Gli Allievi si dividono la posta con il Padova. Rossi: Che carattere i miei ragazzi

Allievi nazionali formazione 2015 gialla

Buon pareggio per gli Allievi Nazionali della SPAL che strappano un meritato pareggio ad un agguerrito Padova, ancora in piena lotta per la conquista di un posticino nei playoff. In una giornata particolarmente calda, e non solo per la tensione agonistica sul rettangolo verde, i ragazzi di Rossi sono riusciti a rimontare una gara che già li vedeva in difetto di un gol dopo soltanto sedici minuti. Il carattere dimostrato dalla squadra in Veneto è stato particolarmente apprezzato dall’allenatore estense, che a fine partita ha commentato così la gara: “Quella contro il Padova è stata davvero una partita tosta, considerando la determinazione che i nostri avversari avevano per portare a casa l’intera posta in palio. Dopo averci provato per tutta l partita alla fine siamo riusciti ad agguantare il pareggio, sintomo che i ragazzi sono stati lì con la testa fino alla fine. Per un allenatore queste cose contano moltissimo. Ora sotto con la prossima sfida, altrettanto complicata, contro il Cittadella”.

Dopo soltanto poco più di un quarto d’ora, la strada per gli spallini è già in salita. Punizione battuta malamente nella propria metà campo e sfera recuperata dai biancorossi che, con una bella triangolazione, portano Gashi davanti a Pranovi: botta di destro e vantaggio patavino. La SPAL non si fa prendere dal panico e, con il passare dei minuti, sale in cattedra macinando gioco, sfiorando anche la rete con le conclusioni di Scarparo e Alfano. La crescita estense di certo è stata favorita anche dalla paura di vincere dei padroni di casa, considerando l’importanza dei tre punti per quest’ultimi. Prima dell’intervallo spazio anche per la conclusione, terminata di poco sopra la traversa, di Ubaldi, pescato a centro area da Boreggio.

Il piglio dimostrato dagli estensi nella prima frazione di gioco sembra venir meno nei primi dieci minuti della ripresa, nei quali il Padova ne combina di tutti i colori, mettendo in seria difficoltà Anostini e compagni. Il pericolo più grosso è senz’altro rappresentato dal legno centrato in pieno da Parmegian, con sentiti ringraziamenti da parte di Balboni. Poco altro fino alla seconda azione che ha determinato le sorti del match: al 60′ Ubaldi cade in area agganciato da Zanon e per Mariano di Mestre è rigore netto. Dal dischetto lo stesso numero nove estense non sbaglia, salendo alla notevole quota di diciannove centri stagionali. Mica male.

LINK: La situazione di classifica nel girone C

PADOVA-SPAL 1-1 (1-0)
PADOVA: Pranovi, Zanon, Morello, Brazon, Giudice, Salvatore, Chajari, Nnodim (dal 54′ Colacicco), Salata (dal 69′ Zulian), Gashi (dal 78′ Faggin), Parmegian (dal 78′ Cian). A disp.: Aspergh, Coppola, Pasquali, Menato, Leandro. All.: Saviolo.
SPAL: Balboni, Anostini, Sarto, Foschini, Scarparo, Alfano, Di Diomenico (dal 75′ Nuzzaci), Cantelli (dal 65′ Nyezhentsev), Ubaldi, Boreggio, Russo (dal 57′ Soverini). A disp.: Seri, Bernardi, Palumbo, Conti, Capelli. All.: Rossi.

ARBITRO: Mariano di Mestre (Assistenti: Tarzia e Basiricò).
MARCATORI: 16′ Gashi (P), 65′ ri. Ubaldi (S).
AMMONITI: Nnodim (P), Zanon (P).

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0