Come al solito, guardia alta alla vigilia per mister Semplici: L’Ancona è solido, serve umiltà

Il conto alla rovescia è già iniziato: ad Ancona la SPAL avrà il primo match-ball per il campionato, a patto che dagli altri campi arrivino buone notizie. Sarà anche la penultima trasferta della stagione, forse la più insidiosa visto che i dorici padroni di casa hanno l’obbligo di vincere per mantenere vive le speranze di playoff. Di questo e di altro ha parlato Leonardo Semplici nella conferenza stampa del venerdì.

Mister, anche se l’entusiasmo porta a fare altri pensieri, si deve pensare esclusivamente alla partita di domenica contro l’Ancona.
“Assolutamente. Affronteremo una squadra in salute, che a prescindere dal modulo speculare al nostro si è dimostrata forte non solo dal punto di vista del gioco di squadra, ma anche sotto l’aspetto del carattere. Un avversario che lotta per un posto nei playoff e che sarà ancor più agguerrito per le vicende extra terreno di gioco che riguardano il Pisa. Ed è per questo che dovremo aver rispetto ed umiltà: consapevoli delle nostre capacità dovremo imporre il nostro gioco perché anche per noi è una partita fondamentale”.

L’ultima partita casalinga ha dimostrato una SPAL fisicamente e psicologicamente in salute.
“Dopo la partita persa a Pisa ci potevano essere delle ripercussioni morali sulla squadra, ma siamo stati bravi a ripartire nel migliore dei modi dimostrando di essere in salute, propositivi e sospinti da un pubblico eccezionale”.

Pubblico che vi seguirà in massa anche ad Ancona.
“Il sostegno e la passione che dimostrano il pubblico spallino fanno piacere, ma soprattutto è gratificante per la squadra che sta dando tutto e anche di più per raggiungere quel sogno comune”.

In società si sta già parlando di festeggiamenti…
“Ognuno ha i propri ruoli. Noi siamo concentratissimi sul presente, ovvero sulla partita di Ancona. Troveremo una squadra temibile, che analogamente alla SPAL ha confermato l’allenatore della passata stagione e fa affidamento su buona parte del gruppo che ha concluso lo scorso campionato. La concentrazione alla partita deve essere alta da parte mia e dei giocatori perché non vogliamo ripetere le settimane del dopo Maceratese e Pisa”.

Dopo la squalifica Gasparetto e Giani ritornano in gruppo. Confermerà gli stessi di SPAL-Santarcangelo?
“A parte qualche acciacco sono tutti a disposizione. Ho una rosa ampia di titolari su cui poter far affidamento. Tengo tutti in considerazione, sia i primi undici che scendono in campo, sia chi subentra a partita iniziata. Come testimoniato dalle partite di coppa e nell’arco del campionato si sono rivelati determinanti. E questo è un punto di forza per questo finale di campionato”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0