La consapevolezza di aver fatto la storia. Schiavon: Era da gennaio che sognavo questo gol

Nella sala stampa dello stadio “Conero” passano i due marcatori di giornata: Gianmarco Zigoni ed Eros Schiavon.

GIANMARCO ZIGONI
“Sono andato vicinissimo alla doppia cifra nell’occasione precedente al gol, poi mi sono rifatto un paio di minuti dopo. Sono stato fortunato, perché la palla mi è arrivato dopo un rimpallo e sono stato bravo a deviarla verso l’angolo. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, mi sarebbe dispiaciuto far rimontare gli avversari che hanno segnato su una punizione e prima non avevano fatto granché. Nel secondo tempo siamo partiti benissimo e potevamo chiuderla nelle due occasioni che abbiamo avuto ad inizio ripresa. Soprattutto quella con De Vitis che è stato ribattuto sulla linea, poi non ho trovato la porta. E’ stato bravo Nikita (Contini, ndr) a mantenere il vantaggio parando il rigore. Sabato servirà tutta la gente possibile. Sarò bello festeggiare tutti insieme. Sono al settimo cielo, anche quest’anno abbiamo dimostrato una gran continuità, quello che stiamo ottenendo è meritatissimo. La doppia cifra? A dir la verità, per quel che ho fatto l’anno scorso speravo di segnare di più. Con la SPAL in serie B? Ho conquistato la cadetteria con questa maglia e sarebbe bello restare”.

EROS SCHIAVON
“E’ da quando sono tornato a Ferrara che sognavo questo gol. Finalmente ci sono riuscito. Sono soddisfatto. Abbiamo disputato la gara come l’avevamo preparata in settimana. Grande pressione sui centrocampisti avversari per lasciar loro l’alternativa dei cross sugli esterni, sui quali ottenere la copertura di Cottafava, Gasparetto e Ceccaroni. Non sono stati mai pericolosi. Il 2-1 ci va stretto, perché abbiamo avuto tante occasioni nel primo e secondo tempo per chiudere in anticipo la partita. Manca poco all’obiettivo. Siamo tutti pronti a festeggiare sabato con la nostra gente, che anche qui ci ha seguito in gran numero. C’era una bella atmosfera oggi, ma a Ferrara sarà ancora meglio”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0