ll gol decisivo per la B? Finotto ci spera: Sarebbe bello, ma conta prima di tutto vincere

Dopo aver avuto un ruolo di primo piano per diverse partite, Mattia Finotto ultimamente sta partendo dalla panchina per lasciare spazio al compagno Zigoni. Ma la cosa non sembra pesargli: “Sono sereno per la mia situazione e contento per Zigo che sta facendo tanti gol. Sarebbe bello che arrivassi anche io in doppia cifra, magari con una rete decisiva. Mi auguro che il mister mi dia la possibilità di giocarmela e, se sarà così, darò il massimo per riuscirci, anche se sabato l’importante è vincere, indipendentemente da chi segnerà. A parte Ferri, sono il più giovane del reparto avanzato, sicuramente ho meno esperienza e devo ancora imparare tanto. Quest’anno ho avuto la fortuna di giocare di fianco a un giocatore del calibro di Cellini che mi ha insegnato molto. Da lui ho imparato l’importanza di farsi trovare sempre pronti: ha vissuto un momento un po’ grigio a un certo punto della stagione, ma, appena il mister ha deciso di schierarlo di nuovo titolare, ha confermato le sue qualità nel migliore dei modi. Da un attaccante come lui devo apprendere anche una maggiore lucidità sotto porta, un aspetto che voglio migliorare”. Infine Finotto ammette che la mancata penalizzazione del Pisa non ha toccato minimamente né lui né i suoi compagni, anzi è una carica in più per guadagnarsi con le proprie forze il salto in serie B: “Non siamo delusi dalla sentenza di ieri, sarà una vittoria guadagnata sul campo e una promozione più goduta, quindi va bene così. L’importante è stare tranquilli, vediamo di finire bene e goderci quello che ci spetta”.

0