Ferrara non riesce a guastare la festa di Spoleto. Martinelli: Ci abbiamo provato

Mentre a Ferrara partiva la festa promozione della SPAL, a Spoleto il palazzetto si stava riempiendo per assistere ad un’altra possibile grande festa. Nonostante la fiera resistenza, la Niagara 4 Torri non ha potuto nulla contro la capolista Monini, che si è conquistata in tre set la promozione aritmetica in serie A2 a due giornate dalla fine del campionato. La corazzata di coach Provvedi ha festeggiato una promozione attesa da otto anni davanti ad un palazzetto gremito: onore comunque ai granata, che hanno provato a contrastare gli umbri con tutte le loro forze.

La Niagara si è presentata in campo con una piccola variazione di formazione: Baldazzi parte al centro al posto di Boscolo, per aumentare il numero di giocatori dalla battuta in salto ed alzare ulteriormente il muro. I granata ci provano come possono, attaccano al massimo e danno l’anima, restano in partita praticamente fino alla fine del set, ma Spoleto riceve bene e attacca forte. Sul finale, un paio di imprecisioni in appoggio ed alzata di Ferrara portano Spoleto avanti quel tanto che basta per conquistare il set, che termina 25-21.

Coach Martinelli le prova tutte per aiutare i suoi ragazzi a contrastare una Spoleto in splendida forma. Dentro allora Baldazzi, questa volta al posto di Bortolato che fatica leggermente. La Niagara ancora una volta prova ad attaccare con vigore: Fontana, Drago e Baldazzi tirano con tutta la potenza possibile, ma Spoleto contrasta bene e fa pagare le rigiocate con i suoi centrali. La ricezione granata non è impeccabile al contrario di quella di casa: la Monini corre troppo forte, Ferrara va fuori giri e si ritrova in difficoltà. Anche il secondo set termina in favore degli avversari per 25-18.

Terzo set sull’onda dell’entusiasmo Monini, ormai ad un passo dalla promozione. Ferrara continua a provare fino all’ultimo a contrastare gli avversari e rendere la loro vita difficile. Il livello degli avversari però è decisamente alto e la 4 Torri non può più nulla: il set termina 25-21. Il livello fisico e tecnico mostrato degli avversari giustifica una vittoria conquistata sul campo: i festeggiamenti possono partire, mentre Ferrara torna a casa aggrappata ad una speranza che si chiama playoff.

Dai campi avversari infatti arrivano notizie importanti: Grottazzolina conquista la matematica promozione in Serie A2, vincendo per tre set a zero contro Santa Croce sull’Arno. Modena invece cade rovinosamente in Sardegna, perdendo per tre a uno contro Sant’Antioco e rimanendo ferma a quota 46 punti. Grosseto svolge il compito e batte il Sarroch Cagliari per tre a zero, portandosi a quota 49. I primi due posti promozione sono già stati occupati: ora a Ferrara non resta che sperare nella rimonta su Modena e Grosseto. I giochi sono ancora aperti.

Monini Spoleto-Niagara 4 Torri Volley 3-0

Tabellino: Drago 9, Baldazzi 6, Fontana 13, Govoni 2, Bernard 4, Boscolo 4, Di Renzo (L).

POST PARTITA

Queste le parole di Coach Martinelli al termine della partita: “L’esito era prevedibile, loro volevano essere matematicamente primi e penso che puntino ad arrivare anche primi del torneo, perciò hanno giocato una partita davvero di alto livello. Noi abbiamo provato a contrastarli, siamo rimasti in partita in ogni set circa fino al diciottesimo punto, poi per poter restare al loro livello abbiamo dovuto spingere troppo. Abbiamo dovuto attaccarci con tutte le armi alla partita, ma loro hanno avuto una buona ricezione ed un’ottima gara del loro libero, molto bravo anche in difesa. Abbiamo fatto una prova generalmente buona, ma è andata così. Ci tenevano a festeggiare davanti ai loro tifosi, il clima era caldo ed il palazzetto era pieno. Abbiamo opposto resistenza fino alla fine”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0