Anche gli Allievi vogliono continuare a sognare: 0-2 all’Arezzo nell’andata dei sedicesimi

Se la prima squadra sta regalando più di qualche gioia ai tifosi spallini, di certo il settore giovanile non vuole essere da meno. In particolare gli Allievi Nazionali, essendosi piazzati in campionato al secondo posto (a sei punti dalla capolista Santarcangelo), hanno staccato con merito il biglietto che consente l’accesso alla fase play off. Nel primo turno (sedicesimi di finale) i ragazzi di Rossi hanno dovuto incrociare le armi con l’Arezzo, giocando l’andata in Toscana direttamente allo Stadio “Città di Arezzo”.

Pronti via e sono subito gli spallini a prendere iniziativa, ma evidentemente l’emozione per entrambe le squadre è tanta, ed è giusto così in una giornata che i ragazzi dimenticheranno difficilmente. Fatto sta che nonostante la voglia di fare sia quella dei giorni migliori, la tensione in campo si può tagliare con il coltello e funge un po’ da freno in avvio condizionando la gara più del dovuto. Andiamo avanti con il cronometro fino al minuto 24, quando a rompere il ghiaccio ci pensa Soverini con un mancino diagonale impossibile da prendere per Margherito. Passano soltanto dieci minuti e gli ospiti vedono sfumare l’occasione del raddoppio: punizione al bacio di Boreggio, dalle retrovie Alfano come un treno prova l’impatto di testa, ma l’estremo difensore locale si supera e salva i suoi con la complicità della traversa. Poco altro fino al duplice fischio dell’arbitro che spedisce le squadre temporaneamente negli spogliatoi: sosta più che gradita dai ragazzi in campo vista la giornata decisamente calda.

La ripresa continua sostanzialmente come era terminata la prima frazione, con i ferraresi ad imporre il gioco. Al 52′ contropiede da manuale degli spallini, Cantelli prova deciso la conclusione. Margherito, ancora una volta, abbassa la saracinesca. In realtà, quest’ultima non resterà abbassata ancora per molto tempo: a scardinarla per la seconda volta ci pensa Ubaldi (il capocannoniere spallino) che, servito in maniera eccellente da Cantelli, fredda il portiere con il mancino. La partita vive momenti di grande confusione, anche a causa delle solite girandole di cambi che i due tecnici effettuano dalla seconda metà della ripresa in poi. I toscani provano il tutto per tutto nei minuti finali, provando a segnare quel gol che li aiuterebbe a rimettersi in corsa considerata la gara di ritorno: Ricci al volo fa venire i brividi agli emiliani, che tirano un sospiro di sollievo quando vedono la sfera spegnersi oltre la traversa.

Al termine della gara abbiamo raccolto le impressioni dell’allenatore spallino Matteo Rossi. “Abbiamo giocato una discreta gara, condizionata pesantemente dalla tensione che avevano i ragazzi, molti dei quali sono alla prima esperienza in chiave playoff. In ogni caso devo fare loro i complimenti per essere riusciti ad imporsi per due a zero, in una giornata decisamente calda. Ora prepariamoci alla gara di ritorno al Paolo Mazza (sabato ore 15). L’Arezzo? Inutile essere ipocriti, a livello tecnico la nostra rosa ha qualcosa di più”.

AREZZO-SPAL 0-2 (0-0)
AREZZO: Margherito, De Foglio (dal 60′ Aguzzi), Perugini, Paradiso, Ravanelli, Barellini, Gerardini, Capogna, Isufaj (dal 36′ Caselli), Ricci, Salvestroni (dal 60′ Aramini). A disp.: Jashiri, Mucciarelli, Pazzaglia, Meoni, Parlangeli, Castiglia. All.: Violetti.
SPAL: Seri, Anostini, Sarto, Foschini (dal 58′ Baldazzi), Scarparo (dal 68′ Bernardi), Alfano, Di Domenico (dal 58′ Nyezhentsev), Cantelli (dal 78′ Nuzzaci), Ubaldi, Boreggio (dal 78′ Conti), Soverini (dal 68′ Russo). A disp.: Balboni Palumbo, De Angelis. All.: Rossi.

ARBITRO: Tursi di Valdarno (Assistenti: Alaimo e Bertini).
MARCATORI: 24′ Soverini, 69′ Ubaldi.
AMMONITI: Salvastroni (A).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0