Valigie pronte per sei giocatori, inizia il rinnovamento nel segno di Fernandez

Calzolari

Archiviata la stagione 2015/2016 con l’eliminazione nei quarti di finale dei play-off scudetto con l’Acqua&Sapone Emmergross, il Kaos Futsal inizia già a gettare le basi per la prossima annata. In casa estense non hanno intenzione di rimanere con le mani in mano: anzi, c’è una gran voglia di dare il via al nuovo progetto targato Julio Fernandez, in modo tale da chiudere definitivamente il triennio Capurso. I vertici societari iniziano a muoversi, facendo registrare i primi movimenti di mercato in uscita. Quattro giocatori in scadenza di contratto non saranno confermati: salutano la compagnia Duio, Halimi, Pedro Espindola e, dopo tre stagioni (di cui l’ultima giocata con la fascia di capitano al braccio) Giovani Pedotti. Ma l’opera di rinnovamento della rosa non si ferma qui, sulla lista dei partenti, infatti, ci sono anche Coco e Turmena. Seppur i due atleti siano ancora sotto contratto, sono a tutti gli effetti sul mercato.

E’ stato proprio il capitano Gio Pedotti a dare il via al walzer dei trasferimenti con un post su Facebook: “Vorrei comunicare personamente […] che dalla prossima stagione non sarò più un giocatore del Kaos Futsal. Lo sport è anche questo e a volte arrivano i momenti in cui bisogna prendere decisioni difficili. Vorrei ringraziare tutte le persone della società che mi hanno voluto, mi hanno sostenuto e mi sono state accanto nelle ultime tre stagioni. Sfortunatamente non sono riuscito a regalare neanche un trofeo a squadra e tifosi, ma sono sicuro di aver dato il massimo come calciatore e come uomo. Ho vissuto emozioni assolutamente indimenticabili a Ferrara. Qui lascio tanti cari amici ma questo non è un addio, solamente un arrivederci. Un giorno tornerò, alcuni legami non si spezzano. Un pezzo di me rimane a Ferrara, città in cui ho trovato persone che mi hanno dato tanto sotto vari aspetti”.

Non è facile separarsi da giocatori come Pedotti, una delle anime del gruppo che ha conquistato la prima, storica, finale scudetto del Kaos. E il patron, Marco Calzolari, lo sa bene: “Faccio un grande in bocca al lupo al capitano. Pedotti è un ragazzo stupendo che ha dato veramente tutto per questa maglia e ha offerto un ottimo rendimento. Se devo spendere delle lacrime per qualcuno, le spendo per lui. Non si è mai tirato indietro, è sempre stato leale, impegnandosi alla morte. A volte, però, bisogna fare delle scelte, scelte difficili per il tipo di rapporto che si è creato. L’augurio, ovviamente, è che questi cambiamenti possano portarci a dei miglioramenti”.

Calzolari auspicava una rivoluzione già all’alba dello scorso mercato estivo, perché probabilmente in cuor suo sapeva che quel gruppo aveva ormai dato tutto quello c’era da dare. Adesso è giunto il momento di tagliare il nastro del nuovo progetto: “L’annata era iniziata male – racconta il patron ferrarese – e purtroppo è terminata così come era cominciata. Già l’anno scorso sarebbe dovuto finire un ciclo, sia a livello di allenatore sia di giocatori. Abbiamo ritardato di un anno, trascinandoci stancamente durante tutta questa stagione cercando di salvare il salvabile. Visti i risultati, è più che giusto iniziare un nuovo capitolo. Comunque, è ben lungi da me scaricare tutta la colpa sui giocatori, anzi, mi prendo io per primo le mie responsabilità. Adesso iniziamo a lavorare per il futuro, condividendo assieme a mister Fernandez le scelte per allestire la squadra”.

Si inizia dal mercato in uscita, e non poteva essere altrimenti: “Faccio un grande in bocca al lupo a tutti ragazzi. Turmena e Coco sono sono legati a noi da un contratto, ma sono sul mercato: vogliamo trovare una collocazione che sia giusta sia per loro sia per noi. Magari rimarranno entrambi con noi. Duio, Halimi e Pedro, tutti in scadenza di contratto, invece, sono liberi”.

Se qualcuno esce, per forza di cose, qualcun altro deve entrare. Ma chi? In prima battuta è facile pensare che Fernandez cerchi di portare alla causa ferrarese i suoi fedelissimi Nora, Bertoni, Jonas e Duarte con i quali ha vissuto anni d’oro alla Marca Futsal. Praticamente impossibile strappare Jonas all’Acqua&sapone: Bellarte non si priverà tanto a cuor leggero del suo miglior giocatore, più plausibile che arrivi al Kaos qualcuno in uscita da Asti, che sembra ancora intenzionata a non iscrivere la squadra nella prossima stagione.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0