In attesa del nuovo presidente la Niagara riparte da Martinelli: mercato tutto da decifrare

Martinelli niagara 4t

I campionati sono giunti al termine ormai da un mese, ma la Niagara 4 Torri Volley non si è certo fermata. Le decisioni da prendere sono tantissime, ed il tempo scorre velocemente. Il mese di maggio è servito allo staff granata per costruire le prime sicurezze in vista della prossima stagione: proviamo a capire cosa accadrà nel prossimo futuro.

A tutti i tifosi è già nota da alcune settimane la prima novità importante: Mauro Baroni ha scelto di lasciare la carica di presidente della società, a causa dei numerosi impegni personali e lavorativi a cui deve fare fronteo. Lo staff Niagara con un po’ di riluttanza ha accettato la sua scelta, pur continuando a sperare in un ripensamento dell’ormai ex numero uno. La società si è trovata così a dover cercare una nuova figura di riferimento, che a quanto pare non corrisponderà a quella del vicepresidente Riccardo Cavicchi. Il termine massimo per prendere una decisione sarà il 30 giugno, giorno in cui scadrà il mandato del dimissionario Baroni: solo allora il pubblico avrà la prima vera certezza di questa estate.

Parlando di certezze non si può lasciare fuori coach Marco Martinelli, che durante lo scorso campionato ha raccolto consensi da parte di tutti. Il tecnico, di fatto confermato, sta proseguendo in questi giorni il suo lavoro a Ferrara, affiancando la dirigenza nelle scelte di mercato. In sostanza manca solo l’ufficialità per il proseguimento del rapporto.

Il mercato, appunto. Che ne sarà del team che tanto ha fatto sognare nei mesi scorsi? Al momento si deve necessariamente ragionare per ipotesi. Le personalità di spicco sono tante e molti dei giocatori hanno già ricevuto proposte più che interessanti. Quel che è certa è la volontà della dirigenza di mantenere praticamente invariata la rosa dello scorso campionato. Quel che invece non è assolutamente certa è la risposta da parte dei giocatori. Ad attrarre le attenzioni di altri club sono stati soprattutto Drago e Fontana: il primo per la sua costanza e la media punti a partita, il secondo per la crescita evidente durante il campionato. Con la promozione della Monini Spoleto in serie A2 potrebbe essere a rischio anche la conferma di Leonardo Di Renzo, libero ed ex della squadra umbra. Non possiamo dimenticare Alberto Baldazzi, che con la sua convocazione nel Team Italia e con la vittoria del premio Panathlon come uno tra i migliori atleti Under 18 della provincia, avrà fatto sicuramente parlare di sé tra i procuratori.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0