Trullo chiama Seravalli: si attende una risposta. Il mercato? Priorità agli italiani

Nonostante il contratto sottoscritto una decina di giorni fa con la Pallacanestro Ferrara non sia ancora in essere (lo sarà ufficialmente dal primo di luglio), Tony Trullo passa gran parte del suo tempo all’ombra del castello Estense durante la settimana, per tracciare insieme alla dirigenza il percorso da seguire durante quest’estate. Della serie: chi ha tempo non perda tempo. Il coach abruzzese, un po’ alla volta, sta iniziando ad incastrare tra loro le prime tessere del puzzle, senza fretta e con estremo raziocinio.

“Come già detto in sede di presentazione – racconta Trullo, durante una chiaccherata nel suo ufficio al Pala HiltonPharma – la mia idea adesso è quella di completare lo staff tecnico. Intanto, abbiamo confermato lo staff medico, così come il preparatore atletico Rossano Bonati. Manca un vice-allenatore. La nostra priorità è quella di richiamare Alberto Seravalli, ferrarese doc. In questi anni ho avuto la possibilità di incontrarlo parecchie volte da avversario e mi ha dato sempre una grandissima impressione: ragazzo a modo, preparato e competente. Anche la società sarebbe molto contenta se riuscisse a riportarlo a casa, ma è ancora sotto contratto con Mantova. La palla adesso è passata in mano ad Alberto: deve scegliere lui cosa fare del suo futuro. Capiremo solo nei prossimi giorni se riusciremo a strapparlo alla corte degli Stings. Piano B? Sì, c’è. Ho alcuni nomi in mente, persone con cui ho lavorato in passato e mi sono trovato molto bene. Sono certo comunque di due cose: la prima scelta è Seravalli e, in caso non andasse in porto la trattativa, non verrà nessuno da Roseto”.
Ma i nostalgici possono stare tranquilli. L’anno prossimo si vedranno nuovamente facce conosciute nei dintorni della panchina ferrarese. Tornano, infatti, sia Maurizio Menatti nei panni di team manager, sia Sandro Tamisari, pronto a ricoprire la sua carica storica, quella di responsabile degli arbitri.

Capitolo giocatori: foglio ancora completamente bianco, o quasi. “Al momento – spiega Trullo – ci sono a contratto quattro giocatori: Ibarra, Losi, Bucci e Brkic. David è l’unico che ha la possibilità di uscire. Ora sono tutti in vacanza, tranne il ‘Lata’ che si sta allenando da solo per recuperare dal brutto infortunio della stagione passata. Sono sincero, dobbiamo ancora decidere come procedere. Stiamo analizzando la situazione. Una volta deciso il da farsi andremo poi a completare il roster. Partendo dagli italiani, perché la loro è una figura fondamentale nell’economia della squadra e non ce ne sono tantissimi in giro in grado di fare la differenza. Prima si trovano i profili giusti meglio è. Agli americani guarderemo più avanti perché se no si rischia di dover fare uno sforzo economico enorme. Anche perché preferirei avere a disposizione atleti statunitensi con almeno qualche anno di esperienza in campionati europei”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0