Ceccaroni si gode le vacanze e aspetta sviluppi tra La Spezia e Ferrara: Decideranno le società

E’ un dato di fatto abbastanza banale: Pietro Ceccaroni può senz’altro essere considerato uno degli obiettivi di mercato della SPAL per la stagione 2016-2017. Resta da vedere come la pensa lo Spezia, che detiene il cartellino del giocatore classe 1995. L’accordo per il prestito stipulato un anno fa non prevedeva il diritto di riscatto, per cui Vagnati dovrà sedersi al tavolo con la dirigenza ligure per capire il da farsi. Qualche sondaggio c’è già stato, come conferma lo stesso Ceccaroni in un passaggio di un’intervista rilasciata al quotidiano online Città della Spezia:

Sono molto sereno, aspettiamo la fine dei campionati e poi ci siederemo intorno ad un tavolo per cercare di prendere la decisione migliore. Per me è importante potermi misurare in serie B ed avere il giusto spazio, per cui quello che decideranno le società andrà bene. So che la Spal ha chiesto informazioni allo Spezia sulla mia permanenza, staremo a vedere nelle prossime settimane”.

Lo Spezia in questa stagione ha partecipato ai playoff di serie B (eliminazione in semifinale contro il Trapani) e c’è da credere che in estate punterà ad allestire una rosa competitiva per tentare di nuovo il salto in serie A. Bisognerà capire se in un simile contesto Ceccaroni possa rientrare tra le scelte di mister Di Carlo, oppure essere considerato un prospetto per il futuro. Fosse così sarebbe nell’interesse di tutte le parti garantire al giocatore una sistemazione che possa permettergli di fare un’altra stagione da titolare, stavolta in cadetteria. Lo scenario più probabile, vista la stima che Di Carlo e Fusco (ds dei liguri) hanno nei confronti del difensore, è che Ceccaroni possa essere inizialmente convocato per il ritiro estivo dello Spezia, allo scopo di essere valutato.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0