Il presidente rinuncia in partenza alla ferie: Mille cose da fare, presto qualche novità sul mercato

Walter Mattioli non aveva molta voglia di parlare durante la conferenza stampa di presentazione dei lavori allo stadio, ma le poche cose che ha detto sono bastate a fornire materiale a sufficienza per i cronisti presenti.

SUI LAVORI
“Prima si inizia e meglio è, perché ci sono mille cose da fare. Bisogna pensare anche al megaschermo a cui trovare un posto preciso, alle postazioni per Sky e altro ancora. Si tratta di progetti importantissimi e spero che tutto venga completato in tempo. Io mi sono già cautelato chiedendo ad Abodi di giocare la prima di campionato in trasferta. Anche se spero di poter fare qualche partita già in estate al Mazza, perché dopo aver giocato a Mezzolara, Zenzalino e Coronella mi piacerebbe anche portare qui qualche avversario prestigioso per delle amichevoli”.

SUL TEMPO A DISPOSIZIONE
“Ci aspetta estate calda, anche se piove tutti i giorni. Tra il rifacimento di stadio e quello della squadra non c’è molto tempo. Domenica ho dedicato una giornata a mia moglie. Mi ha chiesto: ‘Quando andiamo in ferie?’. Le ho risposto: ‘Inquò e basta’. Non mi è parsa contenta”.

SUL MERCATO
“Tra giovedì e venerdì saremo in giro per parlare con società importanti (Juve, Milan e Roma – ndr) in modo da portare qualche giovane a Ferrara. Sui giornali leggo nomi su nomi. Poi mi arrivano mille messaggi: ‘Presidente non prendere quello’, ‘Presidente non fare andar via l’altro’… quindi ringrazio i giornalisti perché mi mettono quotidianamente nella condizioni di discutere con parte della tifoseria. Ceccaroni? Con lo Spezia c’è una trattativa, vediamo se riusciamo a chiuderla positivamente”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0