Il blob del mercato dal 19 al 26 giugno: ancora nessun difensore tra gli accostamenti alla SPAL

Prosegue il nostro conto settimanale dei nomi accostati alla SPAL dalla stampa specialistica e non. Il trend è in crescita rispetto alla scorsa settimana (19 nomi contro 25 di quella attuale) e vede l’apparizione di una decina di nomi nuovi. Dominano la scena centrocampisti e attaccanti, mentre ai portieri rimangono solo le briciole. Curiosamente, per la seconda settimana consecutiva, si registra l’assenza di difensori. Circostanza abbastanza strana, visto che il ds Vagnati ha dichiarato pubblicamente di aver già individuato i candidati più adatti a raccogliere l’eredità di Cottafava.

1 Catellani (a, 1988, Spezia)
2 Calaiò (a, 1982, Spezia)
3 Cesarini (a, 1989, Pavia)
4 Acampora (c, 1994, Spezia)
5 Antenucci (a, 1984, libero)
6 Moscardelli (a, 1980, Lecce)
7 Cavion (c, 1994, Juventus)
8 Aresti (p, 1986, Pescara)
9 Brignoli (p, 1992, Juventus)
10 Mastalli (c, 1996, Milan)
11 Laribi (c, 1991, Sassuolo)
12 Eramo (c, 1989, Sampdoria)
13 Meret (p, 1997, Udinese)
14 Marchi (a, 1985, Pro Vercelli)
15 Galabinov (a, 1988, Novara)
16 Pontisso (c, 1997, Udinese)
17 Cassata (c, 1997, Juventus)
18 Munari (c, 1983, Cagliari)
19 Castiglia (c, 1989, Pro Vercelli)
20 Scavone (c, 1987, Pro Vercelli)
21 Donnarumma (p, 1990, Genoa)
22 Cassini (a, 1996, Palermo)
23 La Gumina (a, 1996, Palermo)
24 Ghiglione (c, 1997, Genoa)
25 Manaj (a, 1997, Inter)

I nomi dei giovani Pontisso e Ghiglione sono i più caldi del momento: il loro approdo in prestito a Ferrara sembra praticamente cosa fatta e probabilmente verrà ufficializzata nel corso della settimana.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0