Per il presidio del pitturato la Bondi si affida a Bowers: in arrivo l’ex Capo d’Orlando

In attesa del raduno previsto dopo ferragosto, il roster della Bondi inizia ad assumere contorni ben definiti. Nella giornata di domenica la società del presidente Bulgarelli ha annunciato l’ingaggio di Laurence Bowers, ala forte di 203 cm per 105kg che ha disputato l’ultima stagione in Sicilia in forza alla Betaland Capo d’Orlando.

Nato a Memphis il 19 aprile del 1990, Bowers ha giocato dapprima per la St. George’s Independent School facendo registrare medie determinanti (19.8 punti, 12.4 rimbalzi e 3.7 stoppate di media a gara) e poi a livello di college nella NCAA con la maglia dei Tigers della University of Missouri, mettendo assieme numeri di tutto rispetto nella stagione da senior (14.1 punti e 6 rimbalzi e 1 stoppata a partita).
Nel primo anno da pro, ad appena 23 anni, approda nella massima serie del campionato israeliano tra le fila dell Hapoel Unet Holon con cui viaggia a 12.7 punti e 6.4 rimbalzi di media, aiutando il club a qualificarsi ai play-off. Eletto “rookie dell’anno” in Israele, viene confermato per la stagione successiva, parzialmente saltata per via di un’operazione al polso. Completamente recuperato, si riconferma per il suo secondo campionato un giocatore dalla massima affidabilità con 10.8 punti e 6 rimbalzi di media.

La stagione successiva approda in Italia in Sicilia tra le fila della Betaland Capo d’Orlando, con cui raggiunge la salvezza chiudendo una buona stagione a 11.6 punti, 5.5 rimbalzi ed 1 stoppata di media. Giocatore molto duttile tatticamente, gioca da “4” ma sa adattarsi a più ruoli, capace di giocare sia dentro che fuori dal pitturato. Grande atleta, esplosivo, solido a rimbalzo ed intimidatore in difesa per via della sua apertura di braccia di oltre 210cm. Bowers partirà da Memphis e sarà a Ferrara attorno al 22-23 agosto. Nel frattempo coach Trullo porterà a Ferrara un altro americano per completare il mercato estivo della Bondi.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0