Botta e risposta tra il procuratore di Misuraca e Vagnati. Intanto Posocco va al Santarcangelo

Vagnati cs castello

Il ds biancazzurro Davide Vagnati ha approfittato della conferenza di presentazione dei nuovi acquisti per fare il punto sulla situazione del mercato in casa SPAL. Vagnati ha voluto fare chiarezza innanzitutto sul “caso Misuraca”, dopo che il procuratore del centrocampista ex Bassano ha dichiarato a TuttoMercatoWeb.com che non è stato raggiunto un accordo con la società estense: “Ho letto che tra il ragazzo e la SPAL non è stato trovato l’accordo economico. Mi viene un po’ da ridere, penso che una società che si può permettere un calciatore come Cerri non abbia questo tipo di problemi. L’aspetto economico non è stato certamente quello decisivo. Gianvito ha passato tutto il ritiro con noi a Tarvisio ed Auronzo, si è sempre allenato molto bene, ma ci siamo presi la facoltà di decidere con calma. Ci aspetta un campionato lungo e complesso, non vogliamo commettere errori e soprattutto non dobbiamo avere fretta nel coprire le caselle degli over. Inoltre dovremo valutare anche la condizione fisica di Schiavon, che è stato acciaccato gran parte della preparazione. Abbiamo ancora tempo per completare la rosa in modo definitivo”.

Le priorità della SPAL rimangono un centrocampista e un difensore centrale erede di Marcello Cottafava. Come leader della retroguardia nel mirino di Vagnati rimane Dellafiore, ma il Latina non sembra volersene privare: “Dellafiore sicuramente ci piace molto, ma attualmente il Latina lo ha dichiarato incedibile. Io e mister Semplici continueremo a valutare un profilo adatto alla nostra idea di gioco fino al termine del mercato estivo”. In attesa dell’arrivo delle ultime pedine per la scacchiera di mister Semplici, è in uscita Francesco Posocco, da questa mattina in prestito al Santarcangelo dove disputerà il suo secondo anno in Lega Pro: “Posocco è partito stamattina per unirsi al ritiro del Santarcangelo. I romagnoli giocano con il nostro stesso modulo, da tempo mi chiedevano di Francesco e abbiamo deciso di cederlo in prestito per un anno. E’ stata una scelta difficile, perché sappiamo che si tratta di un elemento importante per la nostra rosa, soprattutto in un’ottica futura, ma allo stesso tempo pensiamo sia giusto che il ragazzo faccia esperienza per mettersi alla prova e potenziarsi ulteriormente in vista del prossimo anno”.

Sempre più vicina anche la partenza di un altro dei protagonisti della scorsa stagione, Grassi. “Gigio” vorrebbe rimanere a Ferrara, dove vestirebbe la casacca con il dieci (scelta ufficialmente) ma le idee della società non coincidono con quelle del fantasista toscano: “Gigi è un grande giocatore – ha detto Vagnati – e per questo ha deciso di prendere la maglia con il dieci, per le sue qualità importanti. Nonostante questo, la nostra opinione non cambia. Se dovesse rimanere a Ferrara farà parte della rosa della SPAL, ma è evidente che in questo momento le nostre esigenze sono diverse”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0