Anche dalle parti del Circolo Polare Artico risuona un forza SPAL grazie a due ferraresi

Che LoSpallino.com fosse letto a latitudini diverse da quella di Ferrara lo sapevamo, ma che potessimo avere lettori dalle parti del circolo polare artico era il genere di pensiero che non ci aveva mai sfiorati. Fino a che non abbiamo ricevuto, con estremo piacere, questa mail di Mauro Soldati:

Anche nell’Artico cresce l’attesa per il debutto nel Campionato di Serie B della Spal…!! Attraverso LoSpallino.com vorremo far pervenire un grosso in bocca al lupo a tutta la squadra da Ny-Alesund (Isole Svalbard, 79° latitudine Nord) da dove sabato sera celebreremo il ritorno a una tanto agognata partita di Serie B, seguendo la webcronaca di Benevento-Spal! Saremo certamente gli spallini più a Nord del mondo a seguire questa partita che, comunque vada, non dimenticheremo. Ci troviamo qui per una spedizione scientifica insieme a colleghi di varie parti del mondo, ai quali non abbiamo mancato di raccontare le gesta della Spal. Rientreremo comunque a fine mese e confidiamo di poter essere al Paolo Mazza per Spal-Vicenza. Forza Spal!“.

Mauro Soldati (a sinistra nella foto) e Matteo Mantovani (a destra, Coach Aquile Ferrara)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0