Il tifo organizzato lancia la colletta pro-terremotati: Niente coreografie, aiutiamo gli altri

Il tifo organizzato spallino, memore della brutta esperienza vissuta col terremoto in Emilia nel 2012, ha organizzato per domenica prossima una colletta allo stadio da destinare alle vittime del sisma in Centro Italia.

Alcune indicazioni sull’argomento sono giunte dagli ultras di Otto Settembre tramite un comunicato pubblicato su Facebook di cui riportiamo integralmente il testo:

A seguito della tragedia consumatasi nel centro Italia la scorsa settimana, il gruppo Otto Settembre aveva comunicato che non appena avesse avuto delucidazioni sugli aiuti da fornire alla popolazione colpita dal sisma avrebbe proceduto con una raccolta di beni di prima necessità. A una settimana di distanza da quel comunicato, in accordo e con la collaborazione del Centro Coordinamento Spal Clubs, si è optato per una raccolta fondi in occasione della sfida di domenica Spal-Vicenza, che si disputerà fra le mura casalinghe alle ore 20.30. L’intero incasso della colletta, che eccezionalmente per l’occasione sarà situata non solo all’ingresso della curva ma anche in tribuna, verrà momentaneamente “congelato” per essere usato più avanti dove sarà più necessario: come già ribadito preferiamo attendere che ci venga precisamente comunicato ciò che serve realmente in quelle zone onde evitare che l’operazione di beneficenza risulti inutile. La cifra raccolta verrà diffusa nei giorni seguenti alla partita e tutte le operazioni che eseguiremo con la stessa, in accordo con il Centro Coordinamento, verranno comunicate: questo per garantire la trasparenza più assoluta del nostro operato. Dal momento che, come abbiamo spiegato nelle righe precedenti, i fondi verranno sostenuti dalla colletta che è la nostra principale fonte di sostentamento economico, avvisiamo tutta la tifoseria che per la sfida di domenica non ci sarà alcuna coreografia: riteniamo che sia un’azione del tutto inutile raccogliere fondi per un’operazione del genere e stanziarne altri per una coreografia che in confronto a queste disgrazie risulta essere una mera futilità. Confidando nel raggiungimento di una buona cifra, invitiamo tutta la tifoseria a partecipare all’iniziativa“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0