Zigoni non fa rimpiangere Cerri, Antenucci dà spettacolo. Arini ci mette sostanza e precisione

La SPAL contro il Vicenza sfodera una prestazione autoritaria al suo ritorno in serie B dopo ventitré anni, approfittando anche nel migliore dei modi dell’espulsione di Benussi dopo soli cinque minuti. La squadra di mister Semplici ha amministrato il pallone con grande pazienza e personalità, finendo spesso per rendersi pericolosa, soprattutto con le punte e i movimenti degli esterni di centrocampo. Serata quasi di riposo per la linea difensiva, con Gasparetto e Cremonesi che si sono spinti spesso anche nell’area avversaria alla ricerca del gol, con il secondo che ha trovato il suo primo gol in maglia biancazzurra.

BRANDUANI 6 – Impegnato un paio di volte dalla distanza, non di più, ma lui si fa trovare sempre pronto, nonostante la serata sia da sbadigli dalle sue parti. Per quanto detto potrebbe meritare anche qualcosa in più, ma la valutazione risente un po’ dei patemi che in alcune circostanze si crea quando è ora di giocare il pallone con i piedi.

GASPARETTO 6 – Mai impegnato, gli tocca una serata di ordinaria amministrazione, nella quale, nel finale, sfiora anche il gol.

GIANI 6 – Comanda con grande attenzione un reparto che viene sollecitato pochissimo. Anche lui cerca gloria in avanti, con uno schema su angolo mirato a liberare la sua conclusione dal limite dell’area destinato a dare soddisfazioni ai tifosi spallini nelle prossime partite.

CREMONESI 6,5 – Stesso discorso valido per i suoi compagni, ma la sua partita è impreziosita dal colpo di testa con il quale al 22′, in mezzo all’area, sorprende l’intera difesa veneta e anticipa anche Gasparetto per il gol del 2-0.

LAZZARI 7 – Non giudicabile in fase difensiva visto che il Vicenza non è quasi mai pericoloso, mentre dalla metà campo in su si rende sempre più pericoloso con il passare dei minuti, sfornando anche qualche bel cross oltre a un diagonale rasoterra sul quale è bravo Vigorito a negargli la gioia del gol.

ARINI 7 – È uno dei più costanti nel corso dei novanta minuti, correndo, recuperando palloni e facendosi vedere nell’area avversaria. Suo il gol che sblocca la partita, con una conclusione che privilegia più la precisione rispetto alla potenza.

CASTAGNETTI 6,5 – Nel primo tempo rifinisce l’azione che cambia la partita, lanciando in profondità Antenucci. Poi gestisce senza grossi problemi la superiorità numerica a metà campo. Nella ripresa, con ritmi più bassi e spazi più ampi, mostra tutta quella che è la sua qualità, sfiorando anche il gol dopo dieci minuti (dal 37’ s.t. SPIGHI s.v.).

SCHIATTARELLA 6,5 – Voto che fa la media tra un primo tempo da professore in mezzo al campo e un secondo in cui rallenta un po’, finendo per essere sostituito giustamente dal mister. L’impressione è che quando sarà al top della condizione questa squadra si affiderà molto a lui (dal 24’ s.t. DEL GROSSO 6 – Esordio in maglia biancazzurra a pochi giorni dal suo arrivo. Entra a partita sostanzialmente decisa).

MORA 6,5 – Molto meglio rispetto a Benevento, anche se non sembra ancora brillantissimo. Anche lui cerca il gol, ma la mira non è quella giusta.

ZIGONI 7 – Fa un lavoro di supporto davvero notevole. In area invece sembra una serata da incubo, con almeno tre occasioni fallite nel corso dei novanta minuti. All’ultimo minuto però trova l’acuto (davvero pregevole) che impreziosisce un’ottima prestazione. Cerri probabilmente resta avanti a lui nelle gerarchie, ma lui dimostra di farsi trovare pronto quando serve (dal 46’ s.t. FINOTTO s.v.).

ANTENUCCI 7,5 – Cosa gli si può chiedere di più? Stasera gli è mancato solamente il gol (per colpa dei pali), ma per il resto ha dimostrato tutto quello che è il suo repertorio in termini di qualità. Da elogiare poi perché, nonostante sia un animale da gol, non pecca quasi mai di egoismo.

SEMPLICI 7 – Vero, l’espulsione facilita molto le cose ai suoi, ma poi si vede una gestione della partita davvero all’altezza della situazione, che sicuramente lo avrà reso felice. Schiattarella esce un po’ polemico, ma sul cambio ha ragione lui.

VICENZA (433): Benussi 5; Bianchi 5,5, Zaccardo 4,5, Esposito 4,5, Pucino 5,5; Siega s.v. (dal 7′ p.t. Vigorito 7), Rizzo 5,5, Signori 5; Galano 5,5 (dal 32′ s.t. Fabinho s.v.), Di Piazza 5 (dal 15′ s.t. Cernigoi 5), Vita 5. A disp.: Bogdan, Fontanini, Smith, Bellomo, Orlando, Bertaso. All.: Lerda 4,5.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0