Krifi, coach Martinelli non si nasconde: Campionato difficile, ma noi siamo competitivi

La Krifi Caffè 4 Torri in estate è ripartita da tante certezze, tra cui coach Marco Martinelli. Il tecnico racconta così le premesse della stagione 2016-2017: “L’anno scorso siamo partiti con alcune incognite, poi abbiamo preso consapevolezza delle avversarie, del nostro gruppo e del nostro valore. L’obiettivo sarà quindi confermare i risultati ottenuti: partiamo da dove avevamo finito, cercando con il lavoro e la conoscenza degli avversari di migliorarci. Abbiamo un gruppo competitivo, di cui sono contento e ho stima. Siamo anche consapevoli che le squadre che ci troveremo davanti in Serie B si sono rinforzate molto durante l’estate e parecchie hanno lavorato bene. Questo non ci deve impensierire, più forti sono gli avversari maggiore sarà l’onore. Sappiamo di avere le nostre frecce nell’arco”.

Il tecnico granata passa poi ad elencare nello specifico le novità dell’organico 4 Torri, già svelate nell’ultimo mese. “Ci sono alcuni nuovi ingressi tra i centrali: sono arrivati due ragazzi di notevole esperienza, Valerio Masiero e Marco Spiga, provenienti rispettivamente da Montecchio e da Bologna. Confido che possano aiutarci a rinforzare quel reparto centrale che tanto ha patito l’anno corso, soprattutto a causa degli infortuni. Sono due ragazzi che per caratteristiche potranno dare una mano anche in altri fondamentali”. Il discorso prosegue con la conferma di Di Renzo nel ruolo di libero e del reparto d’attacco, rimasto praticamente invariato. Dopo una lunga attesa, è tornato a ricoprire il ruolo di capitano anche Matteo Bernard: “Matteo ha deciso di restare con noi e ne sono contento, sarà capitano e conduttore delle danze anche quest’anno. Sono anche contento del ritorno di Simone Zambelli, che affiancherà Filippo Govoni al palleggio. Manca un giocatore, con cui siamo in difficoltà perché è difficile sostituire il ruolo ed il lavoro fatto da Baldazzi. Nelle prossime due settimane ne sapremo qualcosa di più: c’è una strada leggermente aperta, ma è prematuro parlarne. Il settore giovanile rimarrà comunque una risorsa”.

A questo punto, non resta che chiedere al tecnico estense quali saranno i programmi della squadra per le prossime settimane, in vista del via al campionato, previsto per il 15 ottobre prossimo. “Per ora, a parte gli allenamenti di preparazione, abbiamo fissato solo il torneo a Pordenone del 2 ottobre, ma già da metà mese vorrei organizzare almeno un’amichevole a settimana, vista la vicinanza geografica di altre squadre del girone. Partiamo da dove ci siamo lasciati, cercando nuovi stimoli nei ragazzi confermati e sperando che i nuovi arrivati si inseriscano subito nel gruppo. Abbiamo la consapevolezza di poter fare bene senza prescindere dal fatto che tutti devono mettersi a disposizione e lavorare per l’obiettivo. Il risultato di squadra è il focus, ma non ci saranno problemi a far sì che questo avvenga. Ci saranno sicuramente avversarie forti, ma partiremo con qualche consapevolezza in più rispetto allo scorso anno. Sarà un campionato combattuto”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0