Squadra che vince non si cambia, ma Semplici chiede ancora più concretezza davanti alla porta

semplici amichevole carpi

La SPAL si prepara alla gara di sabato con un morale decisamente migliore rispetto a quello della settimana scorsa. Il trionfale esordio casalingo contro il Vicenza, oltre ai primi tre punti, ha permesso alla squadra di Semplici di guadagnare una buona dose di fiducia e di autostima e ora più che mai la Spal sa che può giocarsela. Ne è convinto il mister, che, durante la conferenza stampa di presentazione di Ascoli-SPAL ha sottolineato come il successo di domenica sia stato prezioso per riportare serenità attorno alla squadra: “La partita con il Vicenza ci dà maggiore spinta e maggiori certezze nel percorso che abbiamo intrapreso da inizio ritiro. Anche contro il Benevento ho visto una buona squadra, giudicando la prestazione indipendentemente dal risultato, però serviva una vittoria per ristabilire l’armonia interna ed esterna al gruppo. Sicuramente dobbiamo crescere ancora tanto, ma sono fiducioso e contento del lavoro svolto finora dai ragazzi e della loro risposta caratteriale”.

L’unico neo della quasi impeccabile performance spallina è stata la poca concretezza sotto porta, già manifestata contro Cagliari e Benevento. Un aspetto che Semplici vuole correggere al più presto: “Senza dubbio occorre sprecare il meno possibile in un campionato difficile come il nostro, pertanto ci impegneremo ad essere più concreti. La media produttiva migliorerà con la continuità, ma raramente ci capiteranno di nuovo tante occasioni come contro il Vicenza. Sarà difficile vedere una SPAL come quella che l’anno scorso faceva quasi sempre sua la partita. I nostri avversari sono ostici, noi dovremo impegnarci tantissimo e proporci in campo sempre nella maniera giusta. Se verranno commessi dei passi falsi, più che rimontare, sarà fondamentale non cambiare atteggiamento, portando avanti quella solidità mentale che ha contraddistinto il nostro gruppo la scorsa stagione. Dovremo sempre guardare in casa nostra pensando all’obiettivo che ci siamo prefissati. Poi sarà il campo il giudice del nostro campionato”.

Sabato Giani e compagni sono attesi dall’Ascoli che, dopo la sosta forzata a causa del terremoto, esordirà al “Del Duca”, dinanzi al suo pubblico. Semplici come al solito non si sbilancia sull’avversario, ma è convinto che la SPAL non sfigurerà: “L’Ascoli può contare su una rosa di spessore e un mister (Aglietti, ndr) esperto per la categoria. Per loro sarà la prima gara interna quindi saranno motivati e vogliosi di vincere. Noi dovremo stare attenti, giocare una partita accorta, ed essere bravi a sfruttare ogni eventuale occasione”. Il mister questa settimana potrà contare su Meret e Cerri, rientrati dopo il doppio impegno con l’Under21, mentre non sarà ancora disponibile Schiavon, ancora fuori per infortunio. Semplici non si sbottona sui possibili titolari, ma di certo sarà difficile non confermare l’undici che ha giocato contro i biancorossi: “Ho ancora qualche ora per ragionare sulla formazione iniziale. Sono contento di com’è entrato in partita Del Grosso con il Vicenza, penso che abbia dimostrato la giusta personalità. Con calma e pazienza raggiungerà quella condizione ottimale che gli permetterà di darci una grossa mano. Dispiace tanto per Schiavon, che è sempre stato indicato come uno dei giocatori che avrebbero potuto fare la differenza in questa serie, ma purtroppo questo maledetto infortunio lo sta molto limitando. Anche Castagnetti ieri ha riportato un piccolo problema muscolare, quindi farò tutte le valutazioni per schierare la squadra che mi darà maggiore sicurezza”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0