La Bondi segna, si diverte e fa divertire i tifosi: test molto positivo contro la De’ Longhi

bondi-treviso-09-16_0035

La Bondi al completo (eccezion fatta per Ibarra, out per tre settimane almeno a causa di un problema muscolare) è tutta un’altra cosa rispetto a quella vista sabato al PalaRuggi di Imola. Con Cortese (20), Roderick (18) e il miglior Bowers (15) a disposizione la compagine di Trullo annienta Treviso chiudendo con uno scarto di 19 lunghezze e fa divertire il più che discreto numero di tifosi accorsi al Pala HiltonPharma. Bene anche Pellegrino, che così riscatta la prova opaca di sabato, e Mastellari, entrambi in doppia cifra.

1° quarto (26-14)
La Bondi parte forte e mette immediatamente le cose in chiaro: parziale di 9-2 a 6’44” dalla prima sirena firmato Roderick, Moreno e Cortese. Treviso ci prova ma Ferrara continua a mettere palloni in fondo alla retina: 15–8 per i padroni di casa quando mancano 3’42” alla fine del primo parziale, Bowers e Pellegrino sugli scudi. La De Longhi prova a rientrare timidamente in partita e va a referto con i liberi di Posey. Gli estensi, però, allungano di nuovo grazie ai canestri degli americani: Bowers completa un gioco da tre punti, Roderick ne mette a segno due. Lo strappo lo dà Cortese con due canestri in rapida successione: 24-11 a 1’50”.

2° quarto (18-22)
Il quarto si apre con un parziale di 6–0 di Treviso targato Ancellotti. La Bondi però non si fa prendere dal panico e risponde colpo su colpo con due canestri consecutivi di Bowers: quando mancano 5’05” all’intervallo lungo i padroni di casa conducono ancora con un buon margine (32–25). Pillastrini fa sedere in panchina Ancellotti per fargli tirare il fiato, Ferrara allora prova a cogliere l’opportunità servendo continuativamente palla in post a Pellegrino che risponde presente e, sfruttando diversi mismatch favorevoli, segna 7 punti. Poco dopo Roderick va con la schiacciata e si dimostra perfetto anche dalla lunetta.

3° quarto (29-22)
I padroni di casa riprendono a martellare: dopo 2’ parziale di 7–2, firmato Cortese (tripla) e Pellegrino (4 punti di puro dominio nel pitturato). 6’15” sul cronometro, 57–44 Ferrara, time out Treviso. La De Longhi non c’è, Ferrara ne approfitta e scappa: 63–46 a 4’06” dalla fine del quarto. I ragazzi di Pillastrini provano a rientrare: sette punti di fila di Moretti (con un gioco da quattro punti) ricuciono parzialmente lo strappo, ma uno gran canestro in avvicinamento in post basso e una tripla di Cortese spengono definitivamente ogni speranza ospite.

4° quarto (17-13)
De Cosey, Perry, Rinaldi mettono qualche punto per Treviso, dall’altra parte Moreno recupera e in contropiede serve Mastellari, che da dietro l’arco dei 6,25 non fa sconti (79–63 a 6’40” dalla sirena finale). Nel finale riflettori puntati su T-Rod che decide di dare spettacolo: palla immaginifica per Zani (che appoggia facile al tabellone) e penetrazione conclusa con un lay-up di superba eleganza. Poi la tripla di Mastellari e il canestro dalla media del giovane Caridi fanno calare il sipario. La Bondi vince e convince, ma soprattutto fa divertire: applausi scroscianti dei tifosi alla sirena.

Bondi Pallacanestro Ferrara: Soloperto 3, Mastellari 11, Ardizzoni ne, Zani 2, Mastrangelo ne, Cortese 20, Bowers 15, Moreno 4, Pellegrino 15, Roderick 18. All. Trullo.
De Longhi Treviso: Perry 13, Moretti 21, De Zardo 4, Malbasa 2, Saccaggi ne, Rinaldi 10, Negri 3, Poser ne, Ancellotti 5, Rota ne, Marini ne, De Cosey 14. All. Pillastrini.

Arbitri: Terranova, Tirozzi, Azami.
Parziali: 26–14; 44–36; 73–58; 90–71.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0