Il doppio svantaggio non spaventa la SPAL, con la Virtus Entella finisce 2-2

esultanza Schiattarella vs Entella

Dopo la roboante vittoria in casa con il Vicenza, la SPAL si divide la posta in palio pareggiando 2-2 con la Virtus Entella, avversario che anche a Ferrara si è dimostrato particolarmente ostico. Pronti via e dopo un inizio convincente degli spallini, la Virtus Entella inizia a mettere in campo corsa, pressing ed esperienza, ingredienti che hanno messo in difficoltà la truppa di Semplici per tutta la partita. Dopo un disimpegno da brividi di Meret, i liguri spingono sull’acceleratore, trovando il vantaggio all’ 8’ con Pellizzer: mischia caotica in area, tocca tu che tocco anche io e sfera che si infila alle spalle di Meret. La SPAL accusa il colpo ma lentamente rialza testa e porta il proprio baricentro verso la porta ospite come chiesto da Semplici a gran voce. Al 26’ occasione per la SPAL: Antenucci serve sulla destra Schiattarella che si aggiusta la palla e lascia partire la botta di destro, ma Iacobucci salva con un intervento degno di nota. Gli estensi ci credono e collezionano angoli e palle gol, ma Antenucci, Cerri e poi ancora l’ex Leeds non sono fortunati nelle circostanze. La SPAL merita indubbiamente il pareggio ma a segnare la rete del raddoppio è la Virtus Entella: Giani e Arini si scontrano a metà campo, ripartenza di Cutolo e assist al bacio per Caputo, che fredda Meret nel cuore dell’area. Il doppio svantaggio è davvero troppo penalizzante per i biancoazzurri, ma in due minuti succede qualcosa di davvero incredibile. Minuto 38’: Beghetto crossa in mezzo, Giani di testa spizza battendo Iacobucci. Minuto 39: Schiattarella riceve sulla tre quarti, rasoiata di destro e gol del pareggio sotto la Ovest. Ed è un 2-2 clamoroso.

In avvio di ripresa le due squadre si danno battaglia per trovare la rete del vantaggio, ma gli ospiti esagerano con l’agonismo e al 54’ rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Palermo (doppia ammonizione). Dopo un primo tempo giocato ai mille all’ora, nella seconda frazione di gioco i ritmi si abbassano e lo spettacolo ne risente. Poco altro da segnalare, a parte l’ingresso in campo al quarto d’ora dal termine di Grassi, all’esordio stagionale. La SPAL non riesce a legittimare la superiorità numerica ma porta a casa un punto importantissimo, che la lancia in striscia positiva al prossimo appuntamento fra tre giorni, ancora in casa, con l’Hellas Verona.

SPAL – VIRTUS ENTELLA 2-2 (2-2)
SPAL (3-5-2): Meret; Gasparetto, Giani, Cremonesi; Lazzari (dal 42’ Spighi), Arini, Mora (dal 31’ st Grassi), Schiattarella, Beghetto; Cerri (dal 34’ st Zigoni), Antenucci. A disp.: Branduani, Silvestri, Spighi, Finotto, Pontisso, Vicari, Del Grosso. All.: Semplici.
VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer, Sini; Moscati, Troiano, Palermo; Tremolada (dal 12’ st Masucci); Cutolo (dal 22’ st Di Paola), Caputo (dal 35’ Beretta). A disp.: Paroni, Belli, Benedetti, Mota Carvalho, Havlena, Baraye. All.: Breda.

MARCATORI: 8’ Pellizzer (V), 32’ Caputo (V), 38’ Giani (S), 39’ Schiattarella (S).
ARBITRO: Baroni di Firenze (Assistenti: Soricaro e D’Apice).
ESPULSI: 9’ st Palermo (V) per doppia ammonizione.
AMMONITI: Lazzari (S), Ceccarelli (V), Gasparetto (S).
NOTE: terreno in ottime condizioni, giornata ideale per giocare a calcio. Presente in tribuna il Presidente di Lega B Andrea Abodi e l’ex spallino Franco Pezzato. Angoli 10-3 per la SPAL. Recupero 4’ pt, 5’ st.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0