L’ultima vittoria al Mazza contro l’Hellas porta le firme di Papiri e Ciocci, poi un KO e due pareggi

Negli ultimi venticinque anni SPAL ed Hellas Verona non hanno avuto così tante occasioni per incontrarsi. Di fatto è avvenuto in appena quattro campionati, di cui uno solo di serie B nel 1992-1993. Ed è proprio da quei tempi che i biancazzurri non riescono a sconfiggere gli scaligeri al Paolo Mazza. In quella occasione, il 17 gennaio 1993, finì 2-1 grazie ai gol di Papiri e Ciocci.

Il conto totale delle sfide giocate a Ferrara vede 24 partite disputate, con 7 vittorie della SPAL, 12 pareggi e 5 affermazioni dell’Hellas. I confronti più recenti risalgono al triennio 2008-2011, anni in cui entrambe le squadre hanno militato in Prima Divisione Lega Pro.

18 gennaio 2009 / SPAL-Hellas Verona 0-1 (26′ Garzon)
18 aprile 2010 / SPAL-Hellas Verona 1-1 (67′ Selva; 90′ Meloni)
21 novembre 2010 / SPAL-Hellas Verona 1-1 (18′ Meloni; 43′ Le Noci)

Nel frattempo la prevendita per la partita di martedì sera prosegue a ritmo serrato. I 1.200 tagliandi riservati ai tifosi dell’Hellas sono già esauriti, mentre a Ferrara il conto è attualmente a 2.446. Significa che rimangono a disposizione poco più di 600 biglietti prima del sold-out totale.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0