E’ un Mattioli formato De Coubertin: Il Verona è più forte, ci stava di perdere con loro

francesco colombarini - mattioli - vagnati

Al termine del match tra SPAL ed Hellas Verona abbiamo raccolto le impressioni del presidente Walter Mattioli e del patron Simone Colombarini.

WALTER MATTIOLI
“Se non altro abbiamo visto come si fa a vincere un campionato di B (ride, ndr). Scherzi a parte, i nostri avversari hanno dimostrato di essere più forti e ci può stare di perdere. Mi dispiace soltanto per i nostri tifosi che oggi hanno riempito lo stadio in ogni posto. Purtroppo abbiamo commesso troppi errori, anche banali, soprattutto in difesa. Siamo riusciti anche ad accorciare le distanze con Mora, poi la terza rete ci ha tagliato le gambe. SPAL timorosa? Non credo, se prendi gol dopo pochi minuti la partita si mette in salita e contro una squadra così forte diventa più difficile recuperare. Penso che la SPAL si esprimerà meglio nella seconda fase del campionato, quando molti nostri giocatori si saranno ambientati meglio nella nuova categoria che, per ritmi e giocatori, è totalmente differente dalla Lega Pro”.

SIMONE COLOMBARINI
“Nel primo tempo si è vista una netta differenza tra le squadre. Abbiamo faticato tantissimo e probabilmente abbiamo commesso qualche errore o ingenuità di troppo. La seconda frazione di gioco è stata giocata più o meno alla pari, ma non siamo riusciti a fare quello che volevamo. Guardiamo al futuro con serenità consapevoli che non tutte le squadre saranno come il Verona. Il mister vuole che si giochi sempre la palla? Sì, è vero. Forse bisognerebbe capire se questa cosa è possibile in ogni occasione, oppure se ogni tanto va bene anche provare altro. Troppo timore reverenziale? Non lo so, di certo l’Hellas ha giocato una signora partita riuscendo a metterci a difficoltà in diversi frangenti”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0