Schiattarella si conferma trascinatore, Pontisso paga l’inesperienza. Difesa sempre in affanno

È stata una partita sostanzialmente a senso unico quella di stasera al “Mazza” con l’Hellas Verona che a più riprese ha dimostrato di esser squadra che ha poco a che fare con questa categoria. Dopo un primo tempo abbastanza timido, i ragazzi di mister Semplici hanno mostrato carattere nella ripresa, riuscendo anche riaprire la partita per circa sette minuti prima che un Valoti in giornata di grazia fissasse il punteggio sul 3-1. Partita invece completamente da dimenticare per alcuni dei senatori spallini, tra cui Giani, Arini e Antenucci. Si salvano, invece, Meret e Schiattarella, con quest’ultimo che fino alla fine ha provato a trascinare i compagni.

MERET 6,5 – Nel primo tempo inizia con un disimpegno sbagliato coi piedi, ma poi mostra una buona sicurezza, anche nelle uscite. In occasione del primo e del terzo gol può fare ben poco, ha una percentuale di responsabilità sul secondo gol dell’Hellas. Mezzo voto in più per il vero e proprio miracolo sull’incornata da due passi di Pazzini.

GASPARETTO 5,5 – Non era una serata semplice per i tre dietro, chiamati spesso ad accorciare verso le mezzali del Verona, per non perdere due uomini nel tre contro uno centrale contro Pazzini. Se la cava tutto sommato bene, anche se tecnicamente è sempre rivedibile (dal 23’ s.t. GRASSI 5,5 – Entra sul 3-1, a partita praticamente finita, con il compito di mettersi a destra e dare un assetto più equilibrato alla squadra in fase di recupero palla.)

GIANI 5 – Marcare Pazzini non è una cosa alla portata di così tanti difensori in Italia e lui oggi soffre parecchio. È poi il principale imputato per il secondo gol quando, con la possibilità di calciare lungo e evitare ogni patema, mette invece in difficoltà Pontisso servendolo marcato e spalle alla porta.

CREMONESI 5,5 – Prestazione in linea con quella di Gasparetto anche se commette meno errori palla al piede.

LAZZARI 5,5 – Chiamato a rimanere basso per coprire sull’ala sinistra molto larga schierata da mister Pecchia, si arrangia come può in fase difensiva, anche con qualche bella chiusura nella ripresa. In fase offensiva però paga a livello fisico e non si vede quasi mai. Zero discese sul fondo, zero cross.

ARINI 5 – È sicuramente la sua peggior partita da quando è alla SPAL . Sbaglia tutto quello che può sbagliare in fase di impostazione e, anche dal punto di vista tattico, sembra un po’ confuso, spesso uscendo in pressione più alto rispetto a quanto mister Semplici desidererebbe.

PONTISSO 5 – Un pesce fuor d’acqua questa sera ma, vista la giovane età, ci sta. Non è nemmeno troppo supportato in fase di recupero palla da Arini e Schiattarella, finendo per correre tanto, ma molto male. Sul secondo gol è colpevole, ma non certamente più di Giani (dal 1’ s.t. CASTAGNETTI 6 – Entra e cerca di dare geometrie e qualità al centrocampo, ma può fare ben poco una volta che il Verona segna il 3-1.)

SCHIATTARELLA 6,5 – L’uomo guida per i suoi compagni in mezzo al campo. Cerca di inventare con la qualità che si ritrova e, anche in fase di recupero palla, si spende parecchio. E’ l’ispiratore della manovra che porta all’1-2.

MORA 6 – Primo tempo costretto sulla difensiva e mai pericoloso davanti, anche se viene colpito ripetutamente dagli avversari. Nella ripresa alza un po’ la sua posizione e proprio cosi arriva il gol (pregevole) in diagonale che riapre la partita.

CERRI 5 – Fatica molto contro due mostri come Caracciolo e Bianchetti. Lui ci mette però poco ardore agonistico e il pubblico gli rimprovera soprattutto questo. Può fare di più e l’età è della sua parte (dal 36’ s.t. FINOTTO s.v.).

ANTENUCCI 5 – Come il compagno di reparto e, come Arini, alla peggior partita da inizio anno. Non si rende mai pericoloso e forse paga una condizione fisica non ottimale.

SEMPLICI 5,5 – Colpe in questa sconfitta ne ha poche. L’idea tattica iniziale, cioè fare densità e concedere poco campo agli avversari, è corretta, poi la differenza tecnica c’è e lì ci può davvero far poco.

HELLAS VERONA (433): Nicolas 6; Pisano 6, Bianchetti 6,5, Caracciolo 6,5, Souprayen 6; Valoti 8 (dal 38′ s.t. Gomez s.v. ), Fossati 6, Bessa 6,5 (dal 29′ Maresca 6); Romulo 6, Pazzini 7 (dal 23′ s.t. Ganz 6), Luppi 6. A disp.: Coppola, Troianiello, Cherubin, Fares, Cappelluzzo, Siligardi. All.: Pecchia 6,5.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0