Il Kaos schianta 6-1 una Luparense in maschera. Mattatore Titon con una tripletta

1° tempo
Fernandez deve rinunciare aVinicius, ai box per un intervento al ginocchio destro, Nora e Fernandao. Debutto al Pala Hilton Pharma per Ercolessi e Saad. Dall’altra parte il mister della Luparense, David Marin, deve fare a meno di Honorio, rientrato in Brasile per la morte del fratello, di Taborda, che con l’Argentina si è guadagnato la qualificazione alla finale dei Mondiali in Colombia, e dell’ex Bertoni. C’è, invece, Coco. Con Miarelli in panchina solo per onor di firma, in porta, quindi, gioca Morassi. Ed è proprio il portiere dei veneti a rendersi protagonista per primo con un tuffo plastico per deviare in angolo una conclusione di Tuli. Putano dall’altra parte del campo non è da meno e compie un miracolo di puro istinto su una conclusione ravvicinata di Mancuso. Il Kaos poi passa in vantaggio con Titon, che su assist di Saad gonfia la rete in contropiede. Kakà di mancino va vicino al raddoppio e Putano risponde nuovamente presente respingendo, distendendosi sulla sua sinistra, un destro rasoterra di Mancuso dalla distanza. Il gol è nell’aria. Prima ci prova Tuli con un’azione personale irrefrenabile: sull’out di sinistra ne fa secchi due per poi provare a uccellare Morassi con pallonetto, ma il pallone esce di poco. Il meritato raddoppio arriva l’azione dopo, con una manovella fotocopia a quella che ha portato al primo gol. Questa volta, però, cambiano gli interpreti: assist di Titon, rete di Perìc. Gli ospiti non ci stanno e accorciano le distanze con Mancuso, bravo di piattone da dentro l’area estense a spiazzare Putano. Ma dopo appena 15” Kakà riporta subito i suoi in vantaggio di due lunghezze sfruttando al meglio un’imbeccata di Salas. Sul finale di primo tempo la luce dei riflettori puntata nuovamente sul portierone siciliano che si supera su Coco e poi si ripete su Bordignon.

2° tempo
Ripresa decisamente blanda con le squadre che tirano un po’ il fiato. Per i primi 10’ succede veramente poco, solo qualche fulmine a ciel sereno: Putano si esalta con una gran parata su una bordata mancina di Ramon da fuori area, poi due pali, prima di Coco, poi di Mateus. Poi Titon si scatena e con due gol i meno di 1’ (11’05”, 11’32”) chiude definitivamente la gara. Di Schininà, assist di Tuli, la rete del momentaneo 4 – 1.

Kaos Futsal – Luparense 6 – 1
Kaos Futsal: Putano, Ercolessi, Kakà, Saad, Mateus. Timm, Luan, Perìc, Tuli, Salas, Titon, Schininà. All.: Fernandez.
Luparense: Morassi, Lara, Bordignon, Mancuso, Ramon. Miarelli, Kovacevic, Cuedes, Caverzan, Coco. All.: Marin.

Marcatori: 9’55” Titon (K), 12’44” Perìc (K), 14’10” Mancuso (L), 14’25” Kakà (K). Secondo tempo: 9’14” Schininà (K), 11’05” , 11’32” Titon (K).
Ammoniti:
Espulsi:

Fernandez
“Sono molto contento della prestazione dei ragazzi ma non fate troppo caso al risulto perché lascia il tempo che trova: la Luparense si è presentata a Ferrara senza due pezzi pregiati del suo roster come Honorio e Pablo Taborda. Comunque è stata un’amichevole utile per tornare a respirare aria di campionato. Quando vedrete il Kaos con tutti gli effettivi a disposizione? Tra un po’. Kakà, Ercolessi e Fernandao non sono ancora in forma e devono smaltire le scorie del Mondiale e dimenticare la sconfitta. Nora ha fatto da poco un intervento di pulizia del ginocchio, quindi sarà a disposizione tra una decina di giorni. Per Vinicius, invece, il tempo di recupero è un po’ più lungo. Ma non abbiamo fretta perché intanto facciamo giocare gli under 21 che così hanno a disposizione un ampio minutaggio, utile per farli maturare ulteriormente. Salas e Mateus sono andati bene, devono continuare così, senza paura”.

Barbi
“Felici per il risultato ma siamo consapevoli che non è un verdetto assoluto. Partita tirata ed equilibrata nella prima frazione, nel secondo tempo siamo andati molto bene e abbiamo preso il sopravvento anche grazie ad un notevole calo fisico della Luparense. Entrambe le squadre si sono presentate a questa amichevole con rotazioni ridotte all’osso e per questo il risultato va preso con le pinze, ma intanto abbiamo messo ulteriore benzina nelle gambe. Siamo contenti per come stanno giocando gli under 21, in attesa della Supercoppa di domenica ci siamo gustati un altro piccolo assaggio di quello che sono in grado di fare. Bene così. Titon? E’ in formissima, in fase offensiva sta vivendo uno stato di grazia incredibile, speriamo che la sua vena realizzativa continui quando ci sono punti in palio”.

0