Non basta una furiosa rimonta nel finale, la Bondi cade a Forlì e debutta con un KO

Inizia con una sconfitta di misura sul campo di Forlì la stagione della Bondi: dopo una partita passata ad inseguire i padroni di casa, i biancazzurri si sono resi protagonisti di una bella rimonta, arrivando a giocare un finale punto a punto, purtroppo con esito negativo. Buona prestazione di un Roderick da 19 punti e 5 rimbalzi nelle fila biancazzurre, mentre dall’altra parte gara formidabile per Wayne Blackshear autore di 30 punti, 8 rimbalzi e 3 assist.

Primo quarto da dimenticare per i ragazzi di coach Trullo: difesa passiva, poche idee e zero movimenti senza palla in attacco. Dall’altra parte Forlì cerca di accumulare vantaggio insistendo sui vistosi limiti degli avversari, soprattutto dentro l’area dove Bowers non riesce a contenere l’estro e la potenza di Blackshear. Il risultante parziale di 17-2 dei padroni di casa manda tutti al primo mini-break sul punteggio di 31-14. Nel secondo parziale le mani dei romagnoli si raffreddano un minimo rispetto al quarto di apertura, mentre la Bondi riesce finalmente ad impostare una difesa di livelo. Nonostante il pallone fatichi a centrare il cesto, Ferrara riesce a ricucire parzialmente lo svantaggio accumulato grazie ai canestri di un convincente Roderick. Blackshear, intanto, continua con la sua sarabanda nel pitturato ferrarese, anche se non con i precedenti risultati, ma Ferrara rimane a galla arrivando all’intervallo lungo con solo 7 lunghezze da recuperare (40-33).

Al rientro dagli spogliatoi la Bondi sembra aver dato un giro di vite al suo gioco. Grazie ad un super Cortese, coadiuvato dal solito Roderick, la rimonta dei biancazzurri può continuare, benché continui a mancare una certa precisione ai tiri liberi. Forlì però è decisa a non concedere un totale via libera agli avversari, soprattutto quando uno dei due lunghi ferraresi, Bowers, ha già commesso quattro falli. Questo lascia ad uno strepitoso Blackshear molta più libertà. Ciononostante il terzo periodo si chiude con Ferrara ancora viva sul punteggio di 61-54.
Ultimo e decisivo periodo in cui le squadre iniziano a sentire veramente la partita. Diverse conclusioni sbagliate da una parte e dall’altra sono dettate più dalla tensione che da un qualche fattore tecnico-tattico. Pochi punti in questo inizio, ma sostanzialmente equilibrati e la Bondi è ancora lì, a contatto con avversari e partita. Poi la svolta: cinque punti consecutivi del giovanissimo Mastellari e un canestro di Cortese permettono Ferrara di riagganciare Forlì e addirittura guadagnare il primo vantaggio della gara sul 63-64. Il contro-parziale UniEuro firmato Blackshear/Crockett rimanda Ferrara sotto di 6 (72-66) con 1:30 da giocare, ma Cortese prende in mano la squadra e la riporta sul 72-70. Roderick segna due liberi per il pareggio, ma commette fallo subito dopo su Blackshear che fa 1/2 dalla lunetta. Rimbalzo di Cortese sull’errore, palla a Moreno che tenta il tiro ma viene stoppato dalla difesa romagnola. Game, set and match in favore di Forlì. Ferrara torna a casa sconfitta, ma a testa alta per essere quasi riuscita a fare il colpaccio in una gara iniziata malissimo.

UNIEURO FORLÌ – BONDI FERRARA  73-72

PARZIALI: (31-14); (9-19); (21-21); (12-18)

UniEuro Forlì: Rotondo 8, Vico 8, Paolin 3, Ferri, Bonacini 8, Infante, Tham, Jeffrey 19, Blackshear 30, Pierich. All.re: Luigi Garelli

Bondi Ferrara: Soloperto 6, Mastellari 8, Ardizzoni, Mastrangelo, Cortese 13, Bowers 9, Moreno 9, Pellegrino 8, Roderick 19. All.re : Tony Trullo

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0