SPAL verso la conferma dell’undici vincente, Gattuso deve fare i conti con tanti indisponibili

La SPAL che scenderà in campo a Pisa non dovrebbe essere molto diversa da quella che una settimana fa ha sconfitto la Salernitana al Paolo Mazza. Per quanto mister Semplici abbia giocato a carte coperte alla vigilia, è lecito pensare che Del Grosso rimanga favorito per un posto a sinistra, col relativo spostamento di Mora nel ruolo di mezzala a scapito di Arini. Dietro dovrebbe giocare il terzetto Cremonesi-Vicari-Giani, mentre davanti è testa a testa tra Zigoni e Finotto per un posto accanto ad Antenucci.

SPAL – convocati e probabile formazione
PORTIERI: Branduani, Ngagne Thiam, Marchegiani.
DIFENSORI: Bonifazi, Cremonesi, Gasparetto, Giani, Silvestri, Vicari.
CENTROCAMPISTI: Arini, Beghetto, Castagnetti, Del Grosso, Ghiglione, Lazzari, Mora, Picchi, Pontisso, Schiattarella.
ATTACCANTI: Antenucci, Finotto, Grassi, Zigoni.

INDISPONIBILI: Cerri, Meret, Schiavon.
NON CONVOCATI: Spighi.
SQUALIFICATI: nessuno.
DIFFIDATI: nessuno

Probabile formazione (352): Branduani; Cremonesi, Vicari, Giani; Lazzari, Schiattarella, Castagnetti, Mora, Del Grosso; Antenucci, Zigoni (Finotto).

QUI PISA
Gattuso è alle prese con parecchi problemi: Ujkani e Cani sono con le rispettive nazionali (Kosovo e Albania), mentre Polverini e Tabanelli sono fuori da diverse settimane. Mannini e Longhi dovrebbero aggiungersi alla lista degli indisponibili, mentre Lisuzzo rimarrà in dubbio fino all’ultimo momento. Resta da capire se il neo-acquisto Lazzari verrà schierato dal primo minuto al posto di Sanseverino. Gattuso potrebbe affidarsi al 433, con Eusepi riferimento in avanti.

Probabile formazione (433): Cardelli; Golubovic, Crescenzi, Del Fabro, Avogadri; Verna, Di Tacchio, Sanseverino (Lazzari); Lores Varela, Eusepi, Montella (Peralta).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0