Il tris della Lazio punisce oltremodo una buona Under 15. Rossi: Risultato troppo ampio

Matteo Rossi under 15

La SPAL Under 15 torna da Roma con tre gol al passivo, ma può consolarsi con la prestazione sfoderata al cospetto di una Lazio abile a far valere la maggiore esperienza. Il pesante 3-0 inflitto dai padroni di casa è figlio di alcuni episodi cruciali che, insieme a qualche errore in fase difensiva, hanno penalizzato la formazione biancazzurra.

La Lazio scende in campo con un 4-2-3-1, pronto a trasformarsi in un 4-2-4 in fase offensiva; mister Rossi sceglie lo stesso modulo anche per i biancazzurri. Il primo tempo si rivela equilibrato e sono due episodi cruciali a dare una svolta al match. Al 31’ minuto Forunato entra in area con una bella azione e si vede rimpallare la conclusione da un centrale avversario, con la palla che gli rimbalza addosso: a questo punto ribatte la sfera in rete, ma il gol viene immediatamente annullato dal direttore di gara, che accusa l’esterno spallino di aver stoppato la respinta del difensore con una mano. La decisione dell’arbitro sembra discutibile, visto che il tocco di Fortunato non ha influenzato poi il resto dell’azione. Pochi istanti dopo arriva l’azione che spezza l’equilibrio: al 31’ minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la difesa biancazzurra non marca in maniera adeguata gli avversari, permettendo a Franco di mettere in rete il gol dell’1-0.

Nel secondo tempo è ancora un’amnesia difensiva a punire i ferraresi: al 5’ minuto Wangue si fa goffamente scavalcare dalla palla, permettendo a Marras di recuperarla e segnare a porta vuota il gol del 2-0. A questo punto i ragazzi di mister Rossi calano sia sul piano fisico sia psicologico, costringendo il tecnico a compiere svariati cambi per puntellare la formazione. La Lazio sfrutta il brutto momento dei biancazzurri per chiudere la partita e al 25’ minuto della ripresa Di Chio segna il gol del definitivo 3-0 mettendo in cassaforte il match. Il risultato punisce eccessivamente una SPAL che, nonostante una buona gara, è stata tradita dagli episodi e da qualche disattenzione di troppo, soprattutto nelle retrovie.

Nel post partita mister Rossi ci offre le sue impressioni: “Oggi con le nostre disattenzioni abbiamo regalato tre gol agli avversari in una partita tosta ed equilibrata. Posso dirmi soddisfatto per aver visto in campo una prestazione convincente rovinata dagli episodi, ma ci sta nel calcio: dobbiamo crescere per migliorare. Il risultato odierno è troppo largo per i ragazzi visto quanto hanno messo in campo, e sono convinto che possano comunque giocarsela con tutti gli avversari del girone. Non bisogna mai dimenticare che in questi campionati scendono in campo giocatori giovani e gli errori spesso fanno la differenza”.

LAZIO-SPAL 3-0 (p.t. 1-0)

LAZIO (4-2-3-1): Furlanetto; Vecchi (dal 1’ s.t. Pingitore), Franco, Pica, Paoloni; Bertini, Marras, Francia (dal 30’ s.t. La Cava), Di Chio (dal 26’ s.t. Broso); Cesaroni (dal 22’ s.t. Orlandi), Kammou. A disp.: Scarzetta, Ronci, Zoppellari, Gioia, Attardi. All.: Girini.
SPAL (4-2-3-1): Wangue; Pasqulino, Vitali, Sansoni, Ficara (dal 29’ s.t. Stabellini); Fregnani (dal 29’ s.t. Randi), Perinelli; Cuomo (dal 9’ s.t. Simeoni), Fortunato (dal 20’ s.t. Biolcati), Yabre, Faye (dal 29’ s.t. Benini). A disp.: Trezza, Pavinato, Forti, Marabini. All.: Rossi.

RETI: 31’ p.t. Franco (L), 5’ s.t. Marras (L), 25’ s.t. Di Chio (L).
ARBITRO: Breda di Roma. Assistente: Scardetta.
AMMONITI: 34’ p.t. Pasqualino (S), 28’ s.t. Faye (S).
NOTE: giornata serena, campo sintetico.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0