Gli aquilotti della Lazio si mostrano più cinici dei biancazzurri, Under 16 ancora a mani vuote

L’appuntamento con i tre punti è ancora una volta rinviato per la la SPAL Under 16: la squadra di mister Cristi, dopo aver centrato il pareggio e il primo punto stagionale contro il Cittadella, torna infatti sconfitta dal confronto contro la Lazio. Una Lazio fredda e cinica che si è portata subito sul 2-0, mettendo virtualmente in archivio la partita, nonostante le numerose azioni da gol create dai biancazzurri. Nel secondo tempo la SPAL ha reagito, accorciando le distanze per ben due volte, senza però riuscire a impattare definitivamente.

Mister Cristi si affida ancora una volta al 4-3-3 per replicare quanto di buono fatto contro il Cittadella e la SPAL attacca fin da subito, anche se al primo errore i biancocelesti presentano il conto. L’1-0 della Lazio infatti è frutto di un passaggio difensivo intercettato da Nicodemo che, a tu per tu con il portiere, non può sbagliare. La SPAL non si dà per vinta, continua a spingersi in avanti e trova la rete con Milan, annullata però per fuorigioco. Quando il pari sembra a portata di mano, ecco che la Lazio sfrutta un altro errore difensivo e si porta sul 2-0. Questa volta è Cerbara a mettere la propria firma sul tabellino: il numero undici recupera una palla dopo un rinvio difensivo impreciso e colpisce a botta sicura da posizione defilata, lasciando così poche possibilità di replica al portiere.

La SPAL rientra bene dall’intervallo e replica quanto di buono fatto durante il primo tempo, creando diverse azioni da gol. Bastano infatti solamente cinque minuti ai ragazzi di Cristi per trovare la rete: l’autore è Zabre, bravissimo ad anticipare i difensori avversari su un traversone dalla destra. Convinta di potercela fare, i biancazzurri attaccano e fanno possesso, la Lazio invece si chiude. E sono proprio i padroni di casa a trovare ancora una volta la rete, sfruttando un rapidissimo contropiede capitalizzato da Bonanno all’ottavo minuto del secondo tempo. Nel finale gli spallini trovano il 3-2 su corner, grazie a una ribattuta di Valesani, ma negli assalti successivi non viene comunque agguantato l’agognato pareggio.

Nonostante una trasferta conclusasi con un ritorno in città a mani vuote, mister Cristi si dice comunque soddisfatto della prestazione offerta dai suoi: “Sono contento perché i ragazzi hanno avuto una reazione veramente buona nel secondo tempo. Nonostante le dimensioni sfavorevoli del campo, secondo me ai limiti del regolamento, siamo stati bravi a fare il nostro gioco e abbiamo praticamente schiacciato gli avversari nella loro metà. Purtroppo abbiamo pagato degli errori in difesa. Questo sfortunatamente è un periodo in cui siamo bravi a creare tante occasioni da goal, ma non siamo altrettanto bravi a concretizzarle. Quando crei tanto, ma non segni, rischi di essere castigato”.

LAZIO SPAL 3-2 (pt 2-0)

LAZIO: Cirillo, Celentano, Chilà, De Angelis, Ciotti, Franculli (dal 21’ st Tempestilli), Cerbara, Spoletini, Nicodemo (dal 24’ pt Bonanno), Putti, Napolitano (dal 9’ st Sillari). A disp.: Pinna, Mengoni, Picchi, Terenzi, Scaffidi. All.: M. Alboni.

SPAL: Campi, Artioli (dal 10’ st Montanari), Rizza (dal 10’ st Zanirato), Valesani, Ferrari (dal 10’ st Marzio), Tagliaferri, Alessio (dal 16’ st Simoni), Sare, Milan, Ardelean (dal 26’ st Braga), Zabre (dal 26’ st Merighi).  A disp.: Riccomini. All.: A. Cristi.

ARBITRO: Scatena da Avezzano (assis.ti Zanfrisco, Borghese).
RETI: al 7’ pt Nicodemo (L), al 27’ pt Cerbara (L); al 5’ st Zabre (S), al 8’ st Bonanno (L), al 32’ st Valesani (S).
AMMONIZIONI: Zanirato (S).
NOTE:giornata serena, campo sintetico, Angoli 3-4 in favore della SPAL

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0