Capello presenza sgradita per gli ultras biancazzurri: Da parte nostra solo indifferenza

La notizia della presenza di Fabio Capello in occasione di SPAL-Avellino ha inevitabilmente avuto una risonanza consistente dentro e fuori Ferrara, ma ha anche provocato la reazione degli ultras della curva Ovest, che nella mattina di venerdì hanno pubblicato un comunicato sull’argomento attraverso la propria pagina Facebook ufficiale. Di seguito il testo integrale:

Lunedì sera verrà premiato con la nostra gloriosa maglia biancazzurra Fabio Capello, per onorare la sua militanza nella squadra della nostra città. La sua carriera, seppur importante come calciatore, riveste ad oggi un’aura di celebrità per i trascorsi che Capello ha come allenatore nei maggiori club di Italia e d’Europa. E’ proprio da questa posizione privilegiata che egli ha più volte criticato il nostro modo di vivere lo stadio, definendo gli ultras “i padroni del calcio” e le curve “un tribunale” (parole testuali) cui il calcio intero deve sottostare. Le sue parole pronunciate in quel Genoa-Milan del 1995, mentre si veniva a sapere della morte di Spagnolo, in riferimento ai tifosi locali “non ditegli niente a quelli lì” sono come un pugnale nel cuore per chi crede in un certo tipo di calcio. Se poi a fare la morale è un uomo condannato nel 2008 per una maxi evasione da 15 milioni di euro, la cosa acquista una gradazione ancor più grottesca. Per tutti questi motivi, crediamo che la persona in questione, nonostante goda del nostro disprezzo, non meriti nemmeno i fischi; l’atteggiamento di Otto Settembre nel momento in cui solcherà il prato del mazza sarà uno solo: indifferenza. Il resto dello stadio sarà libero di accoglierlo come meglio crede – Curva Ovest Ferrara Otto Settembre”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0