Krifi rischiatutto: sotto 2-0 a Isola della Scala, si prende la vittoria al tie-break

La reazione alla sconfitta di sette giorni fa è arrivata immediatamente. Forse non nitida come tutti avrebbero pensato, ma sabato sera la Krifi Caffè 4Torri ha dimostrato di saper tirare fuori il carattere nei momenti più difficili. 3-2 il risultato finale in favore dei granata, che hanno rimontato all’ultimo agli avversari di Isola della Scala.

Partenza timida per i ragazzi di coach Martinelli, che esordiscono con la solita formazione: Govoni al palleggio con Drago opposto, Bortolato e Fontana in attacco, Bernard e Ballerio al centro, Di Renzo agli estremi della difesa. I granata faticano a mettere in difficoltà gli avversari e subiscono le battute avversarie praticamente per l’intera durata dei primi due set. Nonostante l’equilibrio che contraddistingue tutto il primo set (8-6 e 16-15 i time out tecnici, entrambi in favore della Krifi) sul finale gli avversari riescono ad imporsi e portano a casa il primo risultato parziale (25-21). Coach Martinelli prova a rimettere in carreggiata i suoi inserendo Trimurti per Bortolato, che fatica ad entrare in partita. Ancora una volta gli scaligeri si dimostrano più aggressivi dei granata e si impongono sia in attacco che in battuta. La difesa ferrarese continua a faticare: il secondo set termina ancora una volta 25-21 per gli avversari.

La svolta arriva nel terzo set: i granata sanno di dover cambiare immediatamente marcia per poter raddrizzare una partita che rischia di essere già compromessa e lo fanno cominciando dalla difesa e dalla battuta. Il pallone gira con più fluidità, i servizi sono produttivi, finalmente gli avversari vengono messi in difficoltà. Il secondo time out tecnico dimostra il netto cambio di atteggiamento da parte dei granata: gli avversari rimangono indietro di 7 lunghezze. Nulla da fare per il Pastifico Avesani: il terzo set termina 25-13 per i granata. Quarto set sulla stessa lunghezza d’onda del precedente. La Krifi ha preso coraggio, ora sa di poter rimontare sui padroni di casa, e combatte su ogni pallone senza tregua. I veronesi tentano la chiusura del match più volte, ma c’è nulla da fare: si va al tie break (25-22).

L’ultimo parziale si rivela essere il più complicato, non solo dal punto di vista fisico ma anche e soprattutto dal punto di vista mentale. Krifi Caffè e Pastificio Avesani si danno battaglia, continuano a superarsi sul punteggio, la sfida è punto su punto. La Krifi ha la meglio, chiude sul 15-13 e comincia a prendere fiato dopo la sconfitta della scorsa settimana.

POST PARTITA
Queste le parole di coach Martinelli al termine del Match: “Gli avversari hanno giocato una buona partita, hanno ragazzi giovani molto alti e fastidiosi al servizio ed in attacco. Inizialmente ci hanno messo in difficoltà. Nel terzo set ho inserito Ballerio per aiutare Bortolato, che era in difficoltà. E’ un giocatore esperto, ha tenuto bene la ricezione ed ha battuto bene. Possiamo e dobbiamo migliorare sui rimbalzi e sui tempi di gioco, ma siamo stati bravi a raddrizzare una partita che si era messa sul binario sbagliato. Queste sono partite che se pensi di giocare in maniera asettica perdi, noi abbiamo rischiato ed abbiamo fatto bene“.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0