L’ex spallino Stefano Vecchi sotto i riflettori: guiderà temporaneamente l’Inter dopo De Boer

Il primo novembre di cinque anni fa Stefano Vecchi era reduce con la SPAL da una pesante sconfitta per 3-1 sul campo del Monza, oggi si prepara a guidare nientemeno che l’Inter nella delicatissima trasferta di Europa League a Southampton, in programma giovedì sera. L’ex centrocampista (1999-2003) ed allenatore dei biancazzurri è stato infatti nominato come tecnico pro-tempore dell’Inter dopo la risoluzione del contratto di Frank De Boer. Vecchi è all’Inter dal 2014 e da allora ha guidato la formazione Primavera vincendo un Torneo di Viareggio (2015) e una Coppa Italia di categoria (2016).

Dopo aver archiviato la sua difficile esperienza con la SPAL 2011-2012 (l’anno della retrocessione ai playout col -8 in classifica e la successiva non-iscrizione), l’allenatore bergamasco ha guidato Sudtirol in Lega Pro e Carpi in serie B prima della chiamata del club meneghino. Con tutta probabilità occuperà la panchina della prima squadra dell’Inter per la sola partita di Europa League prima dell’arrivo di un altro tecnico. Stefano Pioli sembra essere il favorito.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0