I lampi di Roderick e Mastellari non bastano, fattore influenza per Cortese e Pellegrino

L’assenza di Bowers e le condizioni fisiche non ottimali hanno di Cortese e Pellegrino hanno inciso notevolmente sulla prestazione della Bondi. Nonostante questo i biancazzurri si sono fatti valere, trascinati da un Mastellari scintillante. Deludono invece Moreno e Soloperto.

Mastellari 7.5: gioca senza paura e segna le triple fondamentali per le due temporanee rimonte. La sua presenza di spirito è vitale per un infondere fiducia nei compagni. Gara da vero leader, dentro e fuori dal campo.

Cortese 7: sicuramente i postumi dell’influenza hanno influito sulla prestazione, ma ha comunque dato tutto quello che aveva. Un paio di triple importanti nella rimonta, in difesa soffre un po’ la fisicità di Perry, ma la situazione di emergenza prevedeva questo tipo di mismatch.

Roderick 6.5: non è ancora quello visto l’anno scorso ad Agropoli, ma è comunque una presenza importante nell’economia della Bondi. Sbaglia un paio di appoggi facili a canestro, però quando la squadra gira c’è sempre il suo zampino.

Ibarra 6: partita regolare per il Lata. Segna un paio di bombe in apertura, poi fa girare la squadra con ordine senza strafare. Come tutti i suoi compagni non viene assolutamente tutelato dagli arbitri e un paio di palle perse sono forzate da questo.

Moreno 5: Troppi errori al tiro e qualche palla persa di troppo hanno sporcato una prestazione iniziata molto bene per voglia e spirito di sacrificio. Si becca un po’ troppo con gli arbitri che non gli concedono fischi abbastanza palesi e la sua concentrazione ne risente.

Soloperto 5: presenza vana se non a tratti dannosa la sua in area. Non cattura rimbalzi, non esce a contestare i tiri degli esterni avversari e concede troppo al suo diretto avversario. In attacco una paio di canestri dalla media, ma anche qualche palla persa davvero pesante.

Pellegrino 6.5: anche lui come Cortese non al top dal punto di vista fisico, scende comunque in campo e dà una grossa mano ai suoi compagni. Senza la sua presenza a rimbalzo questa gara sarebbe diventata una vera e propria carneficina.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0