Un occhio al Trapani e uno agli errori da correggere. Castagnetti: Possiamo crescere ancora

Castagnetti vs Brescia

È Michele Castagnetti a presentarsi davanti ai giornalisti per la consueta conferenza stampa di metà settimana. La SPAL, dopo aver conquistato la terza vittoria consecutiva con il Brescia, si sta preparando al prossimo appuntamento di campionato. Giani e compagni sono attesi al “Provinciale” dal Trapani di Serse Cosmi, fanalino della classifica. Nonostante il tenore della gara possa sembrare inferiore rispetto alle partite precedenti, Castagnetti promette che gli gli estensi non sottovaluteranno gli avversari: “La classifica non ci deve ingannare. Il Trapani è una squadra forte che l’anno scorso ha perso la finale play-off. Non stanno passando un bel momento, ma possono contare su una rosa di qualità con giocatori di categoria ed un allenatore esperto. Troveremo un ambiente caldo, ma questo potrebbe anche giocare a nostro favore ed essere ostile a loro. Dovremo essere bravi a sfruttare la loro attuale debolezza”.

Se i siciliani stanno faticando, per la SPAL è tutta un’altra musica: la squadra continua a volare nelle zone alte della classifica e sta impressionando positivamente tifosi e addetti ai lavori. Castagnetti tuttavia non si dichiara troppo sorpreso della crescita biancazzurra, anche se ribadisce che l’obiettivo rimane sempre la salvezza: “Stiamo continuando il percorso iniziato la scorsa stagione. Abbiamo ancora tanto da lavorare, ci sono diverse cose da limare, ma siamo consapevoli della nostra forza. Non penso che ci si debba sorprendere troppo, sappiamo che siamo una squadra tosta da affrontare. Puntiamo a salvarci il prima possibile, poi vedremo di divertirci e far divertire i nostri tifosi ed eventualmente toglierci qualche soddisfazione”. Il pubblico spallino non si sta annoiando nemmeno ora a dirla tutta, anzi, quella contro il Brescia è stata una delle partite più spettacolari da inizio stagione. La SPAL ha vinto, ma ha rischiato anche di perdere in più momenti e la squadra ieri ha studiato gli errori commessi: “Da oggi inizieremo ad allenarci in vista della trasferta. Nei giorni passati abbiamo rivisto la partita di sabato. La nostra è stata una buona prestazione, anche se ci sono diversi aspetti da correggere, soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva. Per quanto riguarda la fase di costruzione dobbiamo acquisire maggiore sicurezza, poi magari potremmo osare un po’ di più”.

Il centrocampista reggiano ha vissuto la promozione in cadetteria da pedina inamovibile nello scacchiere di mister Semplici, mentre quest’anno a volte non è stato schierato nell’undici di partenza: “Sono sereno e sono contento del percorso svolto finora. È normale che ci sia un turnover maggiore quest’anno, perché quello di Serie B è un campionato lungo e difficile, noi siamo una rosa ampia e l’importante è farsi trovare sempre pronti quando il mister chiama in causa. Un po’ di sana competizione aumenta anche la qualità degli allenamenti, quindi non è un aspetto negativo”. L’ex Carrarese è comunque soddisfatto di poter dire la sua anche in serie B: “Il salto si sente tutto, il livello si è alzato molto dalla Lega Pro, sia per quanto riguarda la fisicità, la velocità e l’individualità. A mio parere è un campionato in cui la differenza spesso la fanno gli attaccanti. Ogni partita è una battaglia, non esiste più una squadra che può predominare nettamente sulle altre. Dobbiamo tenere i piedi per terra e continuare così”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0