Fiorenzuola fa la voce grossa al Pala4T, la Despar si deve inchinare

Fiorenzuola passa con autorità al Pala 4T e getta definitivamente la maschera mostrando il vero volto della squadra che punterà al salto di categoria. La squadra di coach Lottici affronta una Despar in striscia da cinque partite e lo fa con il piglio e la concentrazione di chi già ora vuole dimostrare di essere una delle più serie contendenti alla promozione. Nella partita di sabato sera la Despar ha pagato più del dovuto un gap di forza tecnica e condizione che oggi è palese tra le due squadre, ma lo ha fatto mettendoci anche del suo.

E’ nei primi due quarti che i padroni di casa riescono a restare in scia del Fiorenzuola che, suo malgrado, fatica a trovare l’allungo. Il primo quarto è combattuto e i canestri di Parmeggiani, Ballardini, De Ruvo e Ghedini riescono a chiuderlo con due triple di svantaggio ma dopo un continuo elastico, mai dilatato e che a un minuto dalla fine vedeva le due contendenti distanziate di soli due punti. La svolta fatale per la Despar arriva sul finire del secondo quarto. Le squadre a tre dalla pausa lunga sono ancora in un corpo a corpo che vede i granata sotto di due (33-35) con palla in mano. A un tiro sbagliato dei granata, segue un rimbalzo offensivo e un successivo tiro, anch’esso sbagliato. Nella lotta (impari) a rimbalzo Nanni commette fallo in attacco. Da quel momento, grazie anche ai due liberi messi a segno da Galli, Fiorenzuola inchioda la Despar per i restanti tre minuti al punteggio del tabellone e scava un solco che la porta a chiudere la prima metà di partita con un tranquillizzante e galvanizzante vantaggio di 14 punti (33-47).

Questo sbandamento segna il prosieguo della partita. Il terzo quarto, complice pure lo strano, ma comprensibile, senso di impotenza dei granata vede Fiorenzuola allungare e raggiungere alla sirena il suo massimo vantaggio (43-68). Per lunghi tratti la squadra ospite ha ricordato lo “strapotere” di Scandiano visto nella seconda parte del campionato scorso. Un buon ultimo quarto ha permesso alla Despar di non naufragare nel punteggio e chiudere l’incontro con l’onore delle armi. Nota di merito sul versante granata deve andare al giovane Pederzini che al pari di un gladiatore non molla mai.

DESPAR 4T–FIORENZUOLA 67–83
(19-25, 14-22, 10-21, 24-15)

DESPAR 4T: M. Chiusolo 2, M. Nanni, S. Parmeggiani 13, P. Ballardini 10, M. De Ruvo 11, N. Ranzolin 7, F. Brandani 3, G. Paccagnella, G. Ghedini 7, S. Verde, E. Pederzini 14. All: Cavicchioli, Vice: Paggetti
FIORENZUOLA: M. Galli 18, J. Miller 10, M. Lottici 18, D. Klyuchnyk 11, A. Garofalo (c) 6, I. Sichel 11, A. Berni, F. Trobbiani, G. Marletta, A. Donati 2, D. Giani 7. All: Lottici, Vice: Giacobbi

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0