Calzolari contro gli arbitri: Operato incommentabile. Fernandez rincara la dose: Ci hanno derubato

Al termine del match del Pala Hilton Pharma di Ferrara che ha visto la Luparense impattare i padroni di casa del Kaos Futsal sull’4-4 grazie allo splendido gol dell’ex Bertoni, abbiamo raccolto le impressioni a caldo dei principali protagonisti: il patron, Marco Calzolari, e il tecnico, Julio Fernandez.

Marco Calzolari
“Partita a mio avviso incommentabile. Perché? Drammaticamente semplice: siamo andati in gol cinque volte ma gli arbitri, inspiegabilmente, ce ne hanno convalidati solo quattro. Non riesco a capacitarmi di questa cosa, davvero. Mi sembra di sognare, anzi, di fare un incubo ad occhi aperti. Usciamo da questa sfida praticamente a mani vuote, depredati di due punti che, invece, per quello che abbiamo espresso sul parquet avremmo ampiamente meritato. E quello che più mi rammarica è che tutto è dovuto a scelte scellerate dei direttori di gara. Inconcepibile. Ai giocatori, comunque, non posso dire niente perché sono riusciti a ribaltare lo svantaggio iniziale nonostante giocassero contro una squadra piena zeppa di campioni come la Luparense. Dobbiamo migliorare, invece, nelle letture delle situazioni in cui gli avversari attaccano con il portiere di movimento”.

Julio Fernandez
“L’euro gol di Bertoni, così come la decisione surreale degli arbitri di annullare la rete di Tuli in precedenza convalidata, ci hanno rubato due punti per me sacrosanti. Sono sincero quando dico che è la prima volta nella mia carriera sportiva che vedo una cosa del genere, anche a 51 anni evidentemente è ancora possibile vedere qualcosa di nuovo. A un certo punto mi sono chiesto se per caso non fossi finito al circo senza saperlo. Era gol, senza alcun dubbio proprio, tant’è vero che uno dei due arbitri d’istinto l’ha convalidato. Comunque noi non siamo stati bravi a chiudere la partita quando invece dovevamo farlo. E non siamo riusciti a tenere il ritmo basso quando, sull’4-2, in vantaggio di due lunghezze, loro hanno iniziato a fare un pressing asfissiante in un forcing disperato per recuperare. Nonostante tutto rimango fiducioso perché la squadra sta esprimendo un buon gioco e credo che alla lunga i risultati arriveranno, com’è giusto che sia. Comunque, voglio dire bravi ai miei ragazzi perché sono riusciti a rimontare un passivo di due reti nel primo tempo”.

0