Tante buone idee, ma poco cinismo: l’Under 15 cade a Brescia, sesto KO in stagione

Non basta il bel gioco all’Under 15 della SPAL: anche contro il Brescia i biancazzurri hanno fatto vedere una prestazione convincente, ma ciò non è stato sufficiente per evitare la sconfitta contro, complice la mancanza di cinismo in area. Gioiscono i ragazzi di mister Massolini, che continuano il momento positivo e collezionano un’altra importante vittoria.

Prima della partita i padroni di casa provengono da due bei successi contro Cagliari e Cittadella e sono alla ricerca della terza vittoria consecutiva, mentre i ferraresi vogliono dimenticare la brutta prestazione della scorsa settimana che ha portato al pareggio contro il Vicenza all’esordio sul campo di Via Copparo.
Queste le formazioni di partenza delle due squadre: uno scolastico 4-4-2 per il Brescia, con la seconda punta pronta ad arretrare a supporto del centrocampo nel corso della gara, e l’ormai rodato 4-2-3-1 per i ragazzi di mister Rossi, con gli esterni al servizio di Faye, punto di riferimento nell’attacco spallino.

Il primo tempo inizia subito in salita per la SPAL: i padroni di casa mettono in chiaro le cose immediatamente e dopo otto minuti dal fischio d’inizio Schiavi si fa trovare pronto e insacca il cross rasoterra del suo compagno, che con una bella progressione sulla fascia è riuscito a pescarlo sul secondo palo. Il Brescia segna così il gol dell’1-0 alla prima occasione utile, rendendo subito le cose difficili ai biancazzurri. Nonostante il repentino vantaggio dei bresciani, la SPAL si rende protagonista sul piano della prestazione e inizia a collezionare azioni da gol, ma la poca concretezza in avanti non le permette di agguantare il pareggio.

Nel secondo tempo la musica è sempre la stessa: i ragazzi di mister Rossi giocano un buon calcio e costruiscono numerose occasioni, ma la difesa dei padroni di casa si fa trovare sempre pronta impedendo ai ferraresi di segnare. Nel finale, dopo numerose palle gol sprecate dalla SPAL, il Brescia chiude la partita: al 33’ minuto Reboldi viene smarcato bene in mezzo all’area di rigore spallina, e capitalizza alla perfezione il cross del suo compagno, realizzando di testa il gol del definitivo 2-0.
Si chiude così un match pieno di rimpianti per la SPAL. Dopo la pausa del prossimo weekend i biancazzurri scenderanno in campo contro il Bologna: il derby sarà un’ottima occasione per cercare di abbinare alla buona prestazione, cui i ragazzi ci hanno abituato, anche un risultato positivo.

Nel post partita mister Rossi offre la sua interpretazione sul match: “Ormai diciamo sempre le solite cose, rischiando di cadere nella monotonia. Oggi sono molto contento della prestazione, che non ha nulla a che vedere con quanto si è visto in campo contro il Vicenza domenica scorsa: i ragazzi mi hanno convinto sul piano del gioco e per questo si meritano i miei complimenti, al di là del risultato finale. È chiaro che le vittorie aiutano moralmente i giocatori, anche a questi livelli, dove ciò che conta di più è la qualità del gioco rispetto ai punti che si portano a casa, e senza dubbio qualche risultato positivo in più farebbe crescere il gruppo: la nostra poca concretezza sotto porta è ormai cosa nota, e possiamo migliorare solo con tanto impegno”.

LINK: I risultati dell’undicesima giornata nel girone B e la classifica.

BRESCIA-SPAL 2-0 (pt 1-0)

BRESCIA (4-4-2): Filigheddu; Papetti, Reboldi, Muhic (dal 1’ s.t. Dal Miglio), Bariselli; Bui, Paradisi, Principi (dal 34’ s.t. Vimercati), Schiavi (dal 9’ s.t. Canciani); Famà (dal 9’ s.t. Beccalossi), Buttirini. A disp.: La Vecchia, Altieri, Formenti, Scarpari, Arienti. All.: Massolini.

SPAL (4-2-3-1): Wangue Moumi; Stabellini (dal 9’ s.t. Pavinato), Vitali, Pasqualino, Ficara (dal 1’ s.t. Sansoni); Perinelli, Fregnani (dal 24’ s.t. Benini); Fortunato, Cuomo, Yabre; Faye (dal 14’ s.t. Biolcati). A disp.: Trezza, Forti, Tatani, Randi, Simeoni. All.: Rossi.

ARBITRO: sig. Cendamo di Sesto San Giovanni.
RETI: 8’ p.t. Schiavi (B); 33’ s.t. Reboldi (B).
NOTE: campo pesante, giornata uggiosa e cielo coperto. Recupero: p.t. 0′. s.t. 0′.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0