Bonifazi risponde presente: L’allenamento paga, che emozione il frastuono del Mazza

Nonostante sia sceso in campo a sorpresa per l’infortunio dell’ultimo minuto di Gasparetto, Kevin Bonifazi è stato tra i migliori alla sua prima da titolare in stagione: “Sono contento della mia prestazione e credo sia frutto del lavoro in allenamento. Cerco di non risparmiarmi mai e penso che sia questa la mentalità giusta per un giovane che vuole emergere. I compagni più esperti parlano bene di me? Con Antenucci ho un ottimo rapporto, mi aiuta tanto e so di poter imparare molte cose da lui. Così come da Arini. Per quanto riguarda la posizione in campo mi adatto, bisogna essere duttili per ritagliarsi spazio in un campionato difficile come questo. Quella di oggi è stata una partita complicata, giocata su un campo reso pesante dalla pioggia. Forse non abbiamo costruito tanto, ma non è una questione di mentalità. Noi vogliamo sempre vincere e bisogna essere bravi a leggere la partita in corso d’opera. A conti fatti lo 0-0 è un ottimo risultato e se ci siamo schiacciati troppo in difesa è per bravura dell’avversario. Il pubblico? Fantastico, veramente. Si dice che al nord il tifo sia meno caldo, ma non è assolutamente vero e chiunque se ne accorgerebbe anche solo stando in panchina. Il muro biancazzurro è spaventoso”.

Prestazione più che sufficiente anche per Ghiglione, che sulla destra, nel ruolo di vice Lazzari, ha fatto vedere buone cose: “Sapevo già da qualche giorno che avrei giocato, mi sentivo pronto. Ringrazio il mister per la fiducia e credo che la SPAL oggi abbia conquistato un buon punto contro un avversario che per tutta la partita ha dimostrato di essere molto organizzato in ogni reparto. Noi non abbiamo mai rischiato, forse siamo stati troppo bassi in alcune circostanze, ma non possiamo lamentarci. Per il mister è un punto che vale come una vittoria? Sì, ha ragione, hanno giocato tanti giovani e tutti si sono fatti trovare pronti”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0