Continua il momento d’oro di Bonifazi. Zigoni letale, il centrocampo è una garanzia

La SPAL espugna con una gran prova di voglia e carattere il difficilissimo campo di Cittadella. Decidono le reti messe a segno da Bonifazi e Zigoni. Queste le singole valutazioni degli undici biancazzurri scesi in campo al “Tombolato”.

MARCHEGIANI 6 – Terza partita consecutiva da titolare, la seconda in trasferta. Buona amministrazione, in particolare con efficaci e sicure uscite in presa aerea. Nulla può sulla botta dalla distanza di Iori: tiro deviato e quindi imparabile.

GASPARETTO 6 – Semplici lo schiera in campo con il chiaro intento di guadagnare centimetri in altezza, vista anche l’abilità del Cittadella nello sfruttare i calci piazzati. Tiene bene su Litteri per un tempo e cinque minuti, poi è costretto ad abbandonare la disputa. (dal 7′ s.t. SILVESTRI 6 – Entra a gara in corso con il compito di arginare il capocannoniere dei granata. Viene graziato al 22′ della ripresa quando lo stesso Litteri lo sovrasta e sfiora la rete. Dalla panchina gli chiedono immediatamente di appiccicarsi alla punta avversaria e lui esegue le istruzioni).

GIANI 6,5 – Si piazza nella posizione centrale all’interno del reparto arretrato. E’ provvidenziale all’11’ nell’immolarsi con il corpo su una pericolosa conclusione dei veneti. Disimpegna bene, anche se è sfortunato nella deviazione che mette fuori causa Marchegiani sul missile di Iori.

BONIFAZI 7 – Festeggia con un gran gol di testa la prima da titolare in trasferta. E’ perentoria e vincente la sua incornata che alla mezz’ora sblocca il risultato nel primo tempo. In costante anticipo su Arrighini. Tosto, concentrato e senza fronzoli.

LAZZARI 6,5 – Gli avversari ormai lo conoscono e lo raddoppiano sistematicamente. Tenta comunque di dare aria alla manovra spallina e nella seconda parte della ripresa fa impazzire Benedetti.

SCHIATTARELLA 7 – Mette in campo tutta la sua esperienza e quel filo di scaltrezza che i suoi compagni ancora non hanno. Borseggia e ricicla tonnellate di palloni. Decide lui quando la squadra deve cambiar ritmo.

ARINI 6,5 – Costretto forzatamente a rimanere guardingo dalla posizione tra le linee del vivace Lora. Non riesce a costruire geometrie particolarmente interessanti e allora capisce che è il caso di farsi sentire fisicamente. Ammonito, salterà la prossima sfida con lo Spezia.

MORA 6,5 – Si vede che non è al massimo della condizione. In ogni caso, per quanto gli è possibile, corre, lotta e si mette al servizio della squadra. Impegno massimo, la brillantezza tornerà.

BEGHETTO 6,5 – Le voci di mercato che lo darebbero come prossimo giocatore del Genoa non lo distraggono affatto. Spinge come un forsennato per tutto il primo tempo e dal suo mancino telecomandato parte la traiettoria per il colpo di testa di Bonifazi.

ZIGONI 7,5 – Ingaggia costanti duelli fisici con Pasa e Scaglia che non gli riservano sicuramente un pomeriggio raffinato. Lavora tanto, si danna l’anima, è preciso negli appoggi e dialoga bene con il compagno di reparto. Il premio per tutto questo? La rete del definitivo e pesantissimo 1-2! (dal 43′ s.t. CERRI s.v. – Entra nei minuti finali a difesa del risultato).

ANTENUCCI 7 – Svaria come sempre su tutto il fronte d’attacco, cercando di non dare un punto di riferimento alla difesa del Cittadella. Bravo nell’abbassarsi e contribuire al giro palla sulla trequarti d’attacco. Nell’azione del secondo vantaggio biancazzurro taglia meravigliosamente tutta la difesa veneta con un movimento da giocatore di grande spessore. (dal 35′ s.t. FINOTTO 6 – Nemmeno due minuti e sfiora da due passi il terzo gol).

All.: SEMPLICI 7,5 – In piena emergenza, con mezza squadra acciaccata, riesce a tirar fuori dai suoi una prestazione gagliarda che vale tantissimo. La sua SPAL sale a quota 29 in classifica e lo Spezia è già nel mirino.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0