Sconfitte salutari? Solo se si impara e reagisce. Semplici chiama la SPAL al riscatto immediato

Se la sconfitta patita dalla SPAL a Vercelli sia stata di quelle salutari lo sapremo solo sabato alle 17. Questo in sintesi è il pensiero di mister Semplici a due giorni dal confronto con la Ternana: “Non ci metteremo molto a capirlo. Se avremo preso la sconfitta con l’approccio giusto, capendo gli errori e rimediando alle mancanze allora si potrà dire che è stata salutare. Soprattutto perché, risultato a parte, a non piacermi è stata la prestazione dopo l’1-0. In settimana abbiamo analizzato le motivazioni e mi auguro che sabato si possa ripartire con più cattiveria e determinazione. Se non si è al massimo della condizione si può perdere con tutti, lo abbiamo visto. Serviranno volontà e concentrazione, le qualità che ci hanno contraddistinto dall’inizio”.

Tra i temi più caldi della settimana che volge al termine c’è stata anche la prestazione del rientrante Alex Meret. Il giovane portiere friulano è stato oggetto di critiche fin troppo ingenerose da parte di alcuni tifosi, tanto da far storcere il naso allo stesso Semplici: “I tifosi non si devono accanire contro un giocatore della SPAL. Così facendo fanno il male del ragazzo e della squadra. Essere messi costantemente in discussione non aiuta i ragazzi ad avere la giusta reazione, che abbiano diciotto o trent’anni. Mi dispiace che sia stato bersagliato. Qualche errore ci può stare anche da parte sua, ma per me ha fatto una buona gara. Sul terzo gol andava coperto con più attenzione dai compagni. Ho comunque visto la giusta reazione in lui, è un ragazzo che farà strada perché ha qualità e il giusto carattere. È lui il primo a dire che ha sbagliato e a diciannove anni non è scontato avere questo tipo di maturità. A mio giudizio sta facendo vedere le sue doti e sta proseguendo nel suo percorso di crescita”.

Al di là dell’ovvio proposito di voler battere la Ternana per trascorrere un Natale sereno in vista della trasferta di Bari, il mister evidenzia anche il miglioramento della situazione in infermeria: “Antenucci sta bene e ha smaltito la febbre dei giorni scorsi. Cremonesi ha lavorato col gruppo e speriamo di poterlo fare rientrare nel corso della prossima settimana. L’unico che si è allenato a parte è Gasparetto in quanto alle prese con uno stiramento al polpaccio”. Le opzioni quindi aumentano, almeno a centrocampo e in attacco, anche se Semplici fa sapere di non pensare al turnover: “Ci sta che alcuni giocatori accusino un po’ di stanchezza, ma in linea di massima vorrei dare continuità. Le alternative comunque ci sono, valuterò di partita in partita”. Viene citato Schiattarella come esempio di giocatore a cui potrebbe giovare un po’ di riposo: “E’ il tipo di giocatore che per caratteristiche si fa fatica a tenere fuori”.

Per il mercato invece ci sarà tempo dopo Bari: “Ripeto quanto ho detto venti giorni fa: aspettiamo di vedere dove saremo il 30 di dicembre, poi analizzeremo assieme al direttore Vagnati se ci sarà da fare qualcosa così come se da parte della società ci sia la volontà di provare a fare qualcosa di meglio”. Stessa lunghezza d’onda anche per il capitolo delle presunte uscite, con Beghetto sulla bocca di tutti: “[Allarga le braccia] Non mi sembra sia condizionato dalle voci di mercato, io lo vedo concentrato. Da parte sua vedo la volontà di fare bene e mettersi in mostra. Poi vedremo se succederà qualcosa a gennaio, per questo genere di informazioni sapete di dover chiedere a qualcun altro”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0