Allenatori a confronto: Semplici applaude la squadra, Carbone: Inizio terribile, colpa mia

Leonardo Semplici e Benito Carbone passeranno natali dal segno decisamente opposto: in casa SPAL è già tornato il clima di euforia parzialmente attenuato dalla sconfitta di Vercelli, a Terni invece ci si interroga sul momento negativo delle Fere.

LEONARDO SEMPLICI
“Sono contento perché abbiamo fatto una prestazione sopra le righe. Siamo ripartiti dopo la sconfitta di sabato con la personalità e la determinazione che ci hanno sempre contraddistinti in questo cammino. Oggi siamo stati bravi a mettere subito la partita a nostro favore anche se dobbiamo ancora migliorare la gestione della palla. Sicuramente è stata una gara segnata da uno dei nostri migliori avvii, da parte dei ragazzi c’era la giusta voglia di rivalsa. Il merito è dei giocatori che gara dopo gara si stanno togliendo molte soddisfazioni. Ora godiamoci il Natale poi dal 26 mattina penseremo al Bari. Sarà una gara complicata anche perché abbiamo qualche problemino fisico, ma sono valutazioni che faremo alla ripresa degli allenamenti. Zigoni? Bella gara, ma tutta la squadra si è espressa sopra le righe.”

BENITO CARBONE
“C’è da chiedere scusa per il primo quarto d’ora. Non siamo entrati in campo e abbiamo concesso troppo. Sulle fasce arrivavamo sempre in ritardo. Loro sono partiti forte e se prendi due gol nei primi quindici minuti perdi la partita. La colpa è la mia. Ho cambiato in corso, abbiamo giocato a tre in difesa ed ero sicuro di averla preparata bene. Oggi non siamo riusciti ad essere cattivi sotto porta. Sul 2-0 la squadra ha tentato di fare qualcosina. Dopo il terzo gol siamo morti. Quando la SPAL ripartiva avevamo sempre la sensazione che potessero farci gol. Sulle ripartenze non li prendevamo mai”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0