Per Bowers parlano i numeri: 28 punti e 16 rimbalzi per demolire la difesa di Forlì

Contro Forlì a metterci punti e spettacolo sono soprattutto Bowers e Roderick, ma tutta la squadra dimostra di girare bene. Menzioni per Pellegrino (malgrado i falli) e un Moreno nelle vesti di assist-man.

Cortese 6,5: non una delle migliori partite per l’ex Verona, ma riesce comunque a mettere a referto 17 punti (7/10 da due, 1/4 da tre), sei dei quali realizzati nel momento clou del terzo quarto, importanti per dare lo strappo decisivo alla gara. Bene a rimbalzo, ma questa non è una novità.

Roderick 7,5: parte alla grande realizzando sei punti nel primo quarto salvo poi sparire nel secondo, relegato in panchina da Tony Trullo per cercare di preservarlo vista la non ottimale forma fisica. Ma nel terzo torna da protagonista: è il vero e proprio trascinatore nel parziale con sette punti. Bravo anche in difesa e nella gestione delle varie situazioni, questa sera non si è fatto limitare dai falli cercando di recuperare la palla solo quando le circostanze lo permettevano.

Pellegrino 7: bella partita per il centro ex Sassari. Avrebbe potuto chiudere con una doppia-doppia se non avesse avuto un rapporto conflittuale con la terna arbitrale dall’inizio alla fine. Costretto a sedersi in panchina a metà terzo quarto per eccesso di falli.

Bowers 8: che altro dire se non che domina incontrastato sul parquet del Pala HiltonPharma? Già i numeri da soli parlano per lui: 28 punti (8/11 da due, 3/5 da tre), 16 rimbalzi e 5 assist. La spiega in ogni situazione e in ogni dove, sia in attacco sia in difesa. I lunghi di Forlì sono stati eclissati dal suo strapotere fisico e da un’intelligenza cestistica da categoria superiore.

Moreno 6,5: talento al servizio della squadra, distribuisce 12 assist e mira al canestro se non c’è altro da fare. Tira poco, peccato, perché le percentuali sono dalla sua. In difesa è un osso duro per qualsiasi play-maker vista la sua grande fisicità, che sfrutta anche dentro l’area per agguantare rimbalzi.

Ibarra 6: partita senza infamia e senza lode per il “Lata”. Ma la cosa positiva e che si vedono segni di miglioramento: è sempre più in controllo con la palla in mano e lo si vede dalle palle perse, solamente una questa sera. Segna due punti e condisce il tutto distribuendo tre assistenze. In costante progresso.

Soloperto 6,5: il capitano gioca poco, ma non avrebbe nemmeno dovuto farlo perché aveva un dito della mano desta rotto. Viene chiamato in causa a terzo quarto inoltrato dopo il quarto fallo di Pellegrino e la sua entrata in scena coincide con il parziale decisivo. Combatte e fa sportellate come al solito nel pitturato, sia in attacco che in difesa, senza far mancare il suo apporto nella lotta a rimbalzo. Si toglie pure la soddisfazione di segnare qualche canestro.

Ardizzoni 6: festeggia il suo esordio tra i professionisti con due canestri in contropiede.

Mastellari ng: sul parquet per due minuti scarsi, chiude la sua serata con 0/1 al tiro.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0