La Lazio la spunta nella ripresa con Portanova, Primavera punita oltre i propri demeriti

Una zampata del figlio d’arte Portanova è stata sufficiente alla Lazio Primavera per avere ragione di una volonterosa SPAL. Sul campo di Formello i biancazzurri hanno dovuto anche fare i conti con la sfortuna visti gli infortuni nel primo tempo ad Artioli e Costantini. Dopo una prima parte sostanzialmente equilibrata, i padroni di casa sono riusciti a sbloccare il risultato sugli sviluppi di una punizione a quindici dal termine per poi proteggere il risultato.

Pronti via, dopo soli cinque minuti c’è già il primo squillo della SPAL: Shaka prova a impensierire Adamonis, ma il portiere non si fa sorprendere e blocca a terra la conclusione. La risposta della Lazio si fa attendere dieci minuti. Bezziccheri trova un bellissimo scambio con Muzzi, ma spara altissimo. Al 24’ prima disavventura di giornata per i biancazzurri: Costantini, il neo acquisto “prestato” dalla prima squadra, è costretto a uscire a causa di un contrasto avvenuto pochi minuti prima. Ripreso il gioco, è ancora la Lazio a rendersi pericolosa: mischia in area di rigore e Bari anticipa tutti. La sua conclusione si infrange contro la difesa spallina, ma sulla respinta si avventa Rossi. Poteva essere gol, ma Thiam si esibisce in una parata miracolosa e tiene il risultato sullo 0-0. SPAL alle corde: al 36’ per i padroni di casa ci prova ancora Bezziccheri, ma la sua conclusione centrale non è in grado di impensierire il portiere senegalese. Passa un minuto e mister Rossi è obbligato a fare un altro cambio visto che Artioli alza bandiera bianca per una botta. Il primo tempo si chiude con una conclusione di Di Pardo che Adamonis blocca in due tempi.

L’intervallo permette di riprendere fiato e riordinare le idee e dopo sette minuti c’è anche il primo acuto di Strefezza, nato da un passaggio sbagliato di Petro. Il tiro però sorvola la traversa. La Lazio continua a portarsi pericolosamente nella metà campo avversaria, finché Equizi non regala una punizione pericolosissima, con un fallo su chiara occasione da rete che per lui vale il rosso diretto. Al pallone si avvicina Miceli. La sua battuta si schianta contro la traversa, ma Portanova è il più lesto di tutti e anticipa anche Thiam, siglando così la rete del vantaggio. Nei minuti finali, la partita diventa veramente fisica e i biancazzurri rischiano nuovamente atterrando anche Al Hassan, involato verso l’area di rigore. Per l’arbitro però è tutto regolare e il match finisce 1-0 per i padroni di casa.

Nel post partita, mister Rossi si dice comunque soddisfatto dei suoi: “I ragazzi hanno giocato bene e sono contento della loro prestazione. Forse è mancato quel guizzo in più, ma hanno costruito tantissimo. In alcuni momenti abbiamo giocato anche meglio degli avversari. Peccato per alcune decisioni arbitrali secondo me discutibili. Però succede. Sono umani anche loro”. Un ultimo ragguaglio anche sulle condizioni di Artioli e Costantini: “Possiamo dire che stanno entrambi bene. Hanno preso entrambi delle botte (sul costato il primo, alla coscia il secondo), ma non è niente di grave”.

LINK: I risultati della 13^ giornata nel girone A e la classifica.

LAZIO – SPAL 1-0 (Pt. 0-0)

LAZIO (433): Adamonis; Spizzichino, Miceli, Petro, Ceka; Bari, Portanova, Folorunsho; Bezziccheri (dal 38′ st Javorcic), Rossi, Muzzi (dal 14′ st Al Hassan). A disp. Borrelli, Spiezio, Spurio, Cardoselli, Rezzi. All. Andrea Bonatti.

SPAL (352): Thiam; Boccafoglia, Equizzi, Di Pardo; Ferrari, Icozzi, Strefezza, Shaka, Ubaldi (dal 24′ st Scarparo); Artioli (dal 37′ pt Cigognini), Costantini (dal 24′ pt Cantelli). A disp. Seri, Granziera, Anostini, Righetti, Maranzino, Boreggio, Maghin, Balboni, Vago. All. Roberto Rossi

ARBITRO: sig. Raciti da Acireale (Ass.ti: D’Annibale, Trasciatti)
RETI: 30’ st Portanova (L)
AMMONITI: Picozzi (S), Di Pardo (S), Petro (L)
ESPULSI: Al 29’ st Equizi (S).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0