Un’ora di resistenza, poi l’Atalanta riesce a passare: Under 16 sconfitta, ma a testa alta

I ventinove punti che alla vigilia di SPAL-Atalanta separavano le due squadre in classifica potevano far presagire una pesante debacle per l’Under 16 biancazzurra nello scontro della 15^ giornata in via Copparo. Invece i biancazzurri – pur perdendo – hanno tenuto testa piuttosto bene contro i quotati avversari, giocando senza particolare timore reverenziale. Alla lunga però la qualità degli ospiti è uscita, in maniera decisiva.

La prima frazione di gioco, non particolarmente esaltante, mette in mostra una buona solidità difensiva dei biancazzurri, messa a repentaglio soltanto da qualche iniziativa individuale di ragazzi che tra qualche anno vedremo in palcoscenici più prestigiosi. La prima occasione della gara al 20′ tuttavia parla bergamasco. Ghisleni pesca in mezzo il quasi omonimo Ghislandi, che da posizione centrale prova la botta sicura: Artioli, uno dei migliori tra gli spallini, salva sulla linea. Gli ospiti creano tanto ma sprecano l’impossibile, gli estensi provano generose ripartenze, ma il muro difensivo nerazzurro è difficile da valicare.

La seconda frazione di gioco si apre con un episodio dubbio. La Dea oltre che essere bendata è anche sfortunata: Zabre in ripiegamento difensivo atterra il solito Ghislandi in area, ma per Nube di Mestre il fallo è dal limite. Brogni prova il mancino ma la conclusione è da dimenticare. La SPAL continua orgogliosamente a difendersi con le armi a disposizione, fino al 55′ quando vede gli avversari passare in vantaggio. Il neo entrato Kychi la mette in mezzo per Piccoli che, sbucando tra due spallini, beffa Riccomini con la complicità di un rimbalzo. I padroni di casa reagiscono e provano a spingersi in avanti, ma ad andare vicino al raddoppio è l’Atalanta con Okoli che di testa impegna Riccomini: la risposta dell’estremo difensore spallino è degna di nota e tiene in corsa i suoi. Poco altro fino al quarto minuto di recupero quando a squadre più che allungate il neo entrato Propato scatta sulla sinistra e firma il raddoppio.

La SPAL esce a mani vuote dall’incontro contro la capolista: il risultato, eccessivo per quanto visto in campo, non rende giustizia ai ferraresi per l’ora giocata a quasi armi pari contro una delle formazioni più forti del torneo. Dello stesso parere è mister Cristi al termine dell’incontro: “Si poteva fare meglio dal punto di vista del gioco, perché troppo spesso cerchiamo la profondità delle punte quando a volte si potrebbero fare giocate diverse. Dal punto di vista dell’impostazione siamo migliorati nel secondo tempo, purtroppo abbiamo difficoltà a realizzare. Anche dal punto di vista fisico paghiamo qualcosa, molte squadre del nostro campionato hanno giocatori più forti fiscamente”.

LINK: I risultati della 15^ giornata nel girone B e la classifica.

SPAL-Atalanta 0-2 (0-0)
SPAL (4-3-3): Riccomini; Artioli (dal 9′ st Mazzoni), Valesani (dal 30′ st Braga), Montanari, Biston (dal 23′ st Ferrari); Mazzoni (dal 30′ st Allegretto), Tagliaferri, Ardelean (dal 9′ st Marzio); Alessio (dal 30′ st Merighi); Milan (dal 30′ st Simoni), Zabre. A disp.: Pavanello, Zanirato. All.: Cristi.

ATALANTA (4-4-2): Avogadri; Bergonzi, Okoli, Raccagni, Brogni; Ghisleni (dal 9′ st Boafo), Moukam (dal 9′ st Kychi), Finardi (dal 18′ st Campello), Ghislandi; Cortinovis (dal 9′ st Gyabuaa), Piccoli (dal 38′ st Propato). A disp.: Ferrario, Solcia, Morlandi, Albani. All.: Zanchi.

ARBITRO: Nube di Mestre (Assistenti: Pugliese e Bozzi).
MARCATORI: 15′ st Piccoli (A), 44′ st Propato (A).
NOTE: campo sintetico, recupero 1′ pt e 4′ st.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0