Per Vicari è un gol che sa di rivincita, Floccari ammette: Non potevo iniziare meglio

Il sogno spallino continua e l’entusiasmo traspare anche dalle parole dei protagonisti in campo che si sono presentati ai microfoni a fine partita, come il neo-acquisto Floccari, il difensore Vicari e bomber Antenucci.

SERGIO FLOCCARI (via Sky)
Con l’ex attaccante del Bologna si parte da una valutazione sul campionato: “Ero curioso di vedere il tipo di categoria, erano anni che non facevo la serie B. Per me si è trattato di una giornata particolare oggi, ma già ieri ho potuto vedere l’entusiasmo della gente: c’è stata una grande accoglienza e non posso che ringraziare l’ambiente perché meglio di così non si poteva proprio iniziare”. Non manca poi una prima impressione su compagni e società: “Mi sono allenato solamente venerdì, ma posso dire che il gruppo lavora molto durante la settimana e il giorno della partita cerca di mettere in pratica quello che ha provato. La struttura è solida, c’è un gruppo storico e questo è importante. In un campionato difficile come la B l’affiatamento fa la differenza, oltre al gioco, infatti cerchiamo di non buttare mai via la palla. Sono molto contento di aver trovato queste condizioni qua a Ferrara”.

FRANCESCO VICARI
Il centrale biancazzurro, al primo gol stagionale, parte subito con una dedica ed una piccola stoccata al suo ex mister: “È stata una grande partita da parte di tutti, poi quando si fa gol è sempre più bello. Oggi per me era anche una rivincita contro Baroni che è stato il mio allenatore l’anno scorso. Con lui ho avuto grande continuità. Questo gol lo dedico alla mia famiglia, alla mia ragazza, ai miei amici e alla società che mi ha dato fiducia, sperando di continuare a ripagarla sul campo”. Una partita vinta con grande carattere: “Il merito è di tutti, anche di Alex che ha fatto due grandi parate nel secondo tempo. Alla fine abbiamo sofferto con loro che erano in cinque davanti, ci siamo schiacciati un po’, ma tutti insieme siamo riusciti a portare a casa il risultato”. Sulle novità in formazione: “Magari non ve le aspettate voi, ma per noi chiunque giochi è un titolare; siamo un gruppo veramente forte e bello e abbiamo sempre dimostrato che chi gioca fa sempre bene ed è questa la nostra forza”. Chiusura con un piccolo chiarimento rispetto al problema fisico accusato in avvio: “Dopo cinque minuti ho sentito tirare e sinceramente ho avuto un po’ paura, poi ho continuato a giocare, sentendo un po’ di scosse ma è rimasto sempre stabile. Ora vedremo lunedì”.

MIRCO ANTENUCCI
Col bomber spallino si parte dall’analisi della gara: “Una partita a livello tattico e tecnico di grande qualità. Abbiamo macinato gioco per tutti e novanta i minuti, rischiando pochissimo tranne sul miracolo nel finale di Alex. Si continua a sognare, ma con la consapevolezza che se continuiamo con questa cattiveria, con questa qualità e questa grinta potremo toglierci diverse soddisfazioni”. Sulla sua importanza all’interno della squadra e il grande lavoro di sacrificio svolto: “Do una percentuale al mister, quindi devo giocare per forza (ride). La nostra qualità principale è che chiunque giochi, giovane o meno giovane, si fa sempre trovare pronto e dobbiamo continuare così. Aiutare i compagni è un lavoro che dobbiamo fare, perché è importante per la squadra restare sempre compatti. I risultati stanno arrivando quindi lo facciamo con grande piacere”. Movimenti che potrebbero variare con l’arrivo di Floccari: “La mia posizione con Floccari non penso cambierà, i movimenti sono sempre gli stessi, magari cambiano le caratteristiche. Un giocatore come lui, d’esperienza, ci darà una grossa mano”. Un commento finale sulla classifica: “C’è soddisfazione, perché era impensabile a inizio anno una posizione del genere. Noi comunque restiamo tranquilli, perché sappiamo di essercela meritata, ma il lavoro da fare è ancora tanto”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0