Alla Primavera bastano due gol nel primo tempo per liquidare il Vicenza a domicilio

La SPAL Primavera si gode la prima vittoria del nuovo anno imponendosi a Vicenza di misura, con un 1-2 sufficiente per portare a Ferrara tre punti importanti. Tuttavia, mister Rossi non si scompone, pretendendo di più dai suoi ragazzi: “Buona partita, ma anche oggi potevamo fare meglio”.

A Grisignano di Zocco entrambe le formazioni sono alla ricerca di riscatto: i padroni di casa vogliono dimenticare la pesante sconfitta per 7-2 maturata contro la Sampdoria la scorsa giornata, mentre la SPAL cerca una vittoria convincente dopo l’insoddisfacente prestazione casalinga contro lo Spezia. Mister Rossi scende in campo col consueto 3-5-2, spostando Strefezza sulla fascia destra e schierando Costantini al fianco di Ubaldi in attacco. Mister Luiso invece schiera i suoi con un 4-3-3.

Il primo tempo inizia bene per la SPAL che s’impadronisce subito del gioco e costringe gli avversari a correre ai ripari. Dopo qualche occasione sfumata, arriva il vantaggio per i ferraresi: al 19′ minuto Costantini riparte velocemente e Rossi esce dai pali alla disperata per bloccarlo, ma un rimpallo fortunoso favorisce la punta biancazzurra, che insacca il gol dell’1-0. Gli ospiti continuano il loro monologo in avanti e, pochi minuti dopo la rete, riescono ad aumentare il divario: al 21′ minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la sfera finisce sul primo palo e Shaka Mawuli, in spaccata, la devia in gol. Nonostante la vistosa trattenuta del difensore vicentino, il numero otto biancazzurro si impone col fisico, riuscendo a trovare il raddoppio: 2-0 per la SPAL. La prima frazione di gioco si conclude col Vicenza costretto a subire il gioco dei ferraresi, che non perdono mai la bussola e restano saldamente in controllo della partita.

Nella ripresa cambia qualche interprete, viste le sostituzioni, ma non la musica: la SPAL continua a tenere in mano il match senza problemi, accusando solo nel finale un calo di concentrazione. In pieno recupero la SPAL ha già la testa negli spogliatoi e il Vicenza ne approfitta: al 46′ minuto l’arbitro assegna una punizione dalla destra dell’area spallina e la conclusione viene deviata in rete da Lovato, che di testa spiazza Thiam e segna il gol della bandiera per la sua squadra. La gara finisce quindi 1-2 per la SPAL, che torna da Vicenza con tre punti preziosi.

Mister Rossi, nonostante il risultato positivo, rimane coi piedi per terra: “Abbiamo giocato una buona partita, senza rischi e preoccupazioni, con un solo calo nel finale che ci ha fatto subire gol, nato più da un nostro errore che da un loro merito. La gara poteva essere chiusa già nel primo tempo, visto il nostro costante controllo della gara e le 5-6 occasioni non sfruttate: sarebbe servita maggiore determinazione”.

VICENZA-SPAL 1-2 (p.t. 0-2)

VICENZA (4-3-3): Rossi; Boesso, Lovato, Meneghetti (dal 20′ s.t. Okoli), Gamasin; Anzohn, Paiolo, Crestani (dal 9′ s.t. Carniato); Parker, Scapin, Vanzan (dal 30′ s.t. Dal Dosso. A disp.: Dalla Valle, Pegoraro, De Tomasi, Sbrissa, Yeboah. All.: Luiso.

SPAL (3-5-2): Thiam; Cigognini, Ferrari, Boccafoglia; Strefezza, Eklu Shaka, Maranzino (dal 20′ s.t. Granziera), Artioli, Picozzi; Costantini (dal 12′ s.t. Boreggio), Ubaldi (dal 36′ s.t. Equizi). A disp.: Seri, Scarparo, Righetti, Anostini, Foschini, Cantelli, Vago. All.: Rossi.

ARBITRO: sig. Pietropaolo di Modena; assistenti: Badoer di Castelfranco Veneto e Tribelli di Castelfranco Veneto.
RETI: 19′ p.t. Costantini (S), 21′ p.t. Eklu Shaka (S), 46′ s.t. Lovato (V).
AMMONIZIONI: Artioli (S), Parker (V), Picozzi (S).
ESPULSIONI: Parker (V) al 38′ s.t. per doppia ammonizione.
NOTE: manto erboso sintetico molto duro e in cattive condizioni a causa della brina, giornata soleggiata ma fredda.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0