Krifi col pilota automatico: 3-0 senza appello, a rimanere a terra è la Fenice Cesena

Giornata di grandi ricordi per la Krifi Caffè 4 Torri, che ha vinto per 3-0 al PalaCaneparo per indisponibilità del Pala HiltonPharma. I granata hanno battuto senza problemi una Fenice Cesena non troppo in forma, davanti a quella cornice ristretta di pubblico che tanto ha ricordato i tempi andati.

Partenza a ritmo alto per la 4 Torri, con Masiero che mette giù il primo punto granata con un ottimo primo tempo. Bortolato e Bernard danno man forte in attacco e Govoni esordisce in battuta con un ace: gli avversari colano subito a picco, il time out tecnico viene fischiato sull’8-2. Casadei prova a riportare a galla i suoi compagni, ma nel primo set la 4 Torri non si trova mai davvero in pericolo. La battuta funziona, l’attacco non dà problemi e la difesa avversaria è piena di buchi: Fontana affonda definitivamente Cesena con una pipe dal centro, Drago chiude sul 25-11.

Dopo un primo set vinto a mani basse, la concentrazione in casa granata scende leggermente. Cesena dal canto suo parte con molta grinta, tenendosi sempre avanti sul punteggio fino al 9-9. Sulla metà del set, un fallo di formazione fischiato agli avversari suscita moltissime proteste in campo: l’atmosfera di scalda ed entrambi gli schieramenti si innervosiscono. Sul 13-15, un fischio arbitrale assegna un punto a Cesena, ma la palla non è ancora caduta sul campo granata: capitan Bernard si infuria e riceve un cartellino giallo per proteste. Per smorzare gli animi, coach Martinelli sceglie il doppio cambio: fuori Govoni e Drago, dentro Atef e Zambelli. Le mani del numero 4 granata però sono ancora fredde e l’arbitro è costretto a fischiare due doppie consecutive. Situazione in parità fino al 22-22 poi Drago affonda la lama, Masiero replica a muro e Di Renzo chiude con un bagher sulla linea laterale avversaria: il set finisce sul 25-23.

Terzo set all’insegna della tranquillità granata. I ragazzi di coach Martinelli, consapevoli del loro vantaggio, riprendono a far girare l’attacco. Bernard e Fontana trascinano i compagni sulla prima metà, Ferrara si porta avanti stabilmente di quattro o cinque punti sugli avversari. Cesena chiama il time out discrezionale sul 12-7, ma ormai Ferrara è ad un passo dalla vittoria. Govoni, in forma smagliante, realizza prima un ace e poi un punto su secondo tocco in palleggio. Bortolato rilancia, prima in attacco e poi in battuta, chiudendo sul 25-16.

Tabellino: Drago 14, Bortolato 8, Fontana 7, govoni 5, Di Renzo 1, Masiero 8, Bernard 7.

Post Partita
Il compito era rimanere attaccati al secondo posto dopo la vittoria di Montichiari contro Portomaggiore, ma soprattutto portare a casa più punti possibili in vista del prossimo match contro Conselice. A fare queste ed altre considerazioni ci ha pensato Marco Martinelli: “Questa sera era importante vincere tre a zero. Nel secondo set siamo riusciti a complicarci la vita per bene, su una palla arbitrale fischiata a loro ci siamo innervositi noi senza motivo. Per il resto la partita ha detto che se giochiamo come sappiamo fare, partite come queste le vinciamo con una certa facilità. Dobbiamo sempre pensare di fare il nostro meglio, le partite in cui in genere si vince facilmente il primo set, sono quelle in cui poi nel secondo set la concentrazione cala”. Come già anticipato, nell’immediato futuro c’è Conselice: “Adesso abbiamo una settimana a disposizione per sistemare tante cose, soprattutto per quel che riguarda l’aspetto agonistico, perché la prossima partita sarà molo più combattuta. Dovremo cercare di giocare meglio tecnicamente, per non entrare in difficoltà”.

foto di Bruno Faccini (Fotografo ufficiale 4 Torri Volley Ferrara – www.itestense.it)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0