Niente da fare anche per Lodi: resta a Udine. Il mercato si chiude senza il botto finale

Dopo una giornata estenuante di trattative e indiscrezioni alla SPAL non cambia alcunché: sono entrambe saltate le trattative intavolate nelle ultime 24 ore per Pecorini dell’Ascoli e Lodi dell’Udinese. Soprattutto quest’ultima aveva stuzzicato parecchio l’immaginario dei tifosi spallini e nel corso della serata pareva esserci stato l’avvicinamento decisivo, almeno fino alle 23 quando è arrivata la doccia fredda: niente rescissione con l’Udinese e giocatore che rimane in Friuli.
La giornata deve essere stata di quelle veramente frenetiche per il dg Davide Vagnati, perché dopo il primo approccio nella serata di lunedì il discorso era stato approfondito, con buona pace del Catania che si augurava il ritorno di uno dei beniamini della tifoseria. Pare che la prima ipotesi intavolata riguardasse un prestito di sei mesi, poi un possibile accordo definitivo da 18 mesi subordinato alla rescissione di Lodi con l’Udinese. Né uno né l’altro, perché tutto è rimasto arenato fino alle 23.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0