Il pagellone di fine mercato: Bari pigliatutto, bene anche Frosinone, Perugia e Carpi

Dopo 28 interminabili giorni è calato il sipario anche sul calciomercato di gennaio 2017. In serie B come da previsione ci sono stati parecchi movimenti: alla luce dei verdetti del girone d’andata e delle prime due gare del ritorno, ci si aspettava molto dalle favorite della vigilia rimaste “attardate” rispetto alla coppia in giallo (blu) Hellas e Frosinone. Il Bari pesca molto dal piano di sopra, ma saranno corsa e motivazione dei vari Floro Flores, Salzano, Morleo a certificare il buon esito del mercato. Pesano tante incognite sulla lotta alla salvezza.

LE ATTARDATE- Lo Spezia (6.5) ai margini della zona playoff si rifà il look dalla mediana in su sperando nella voglia di rivalsa di due eterne promesse: Giannetti dal Cagliari (per lui si tratta di un ritorno) e Fabbrini che dopo aver toccato l’apice a 22 anni con l’esordio in Nazionale negli ultimi tre anni si è spesso smarrito in Terra d’Albione. C’è un certo rischio di affollamento in avanti. Salutano Deiola e Tamas. A Bari (7.5) era annunciata una rivoluzione e così è stato. Lasciano Fedato, Boateng, Doumbia, Valiani, Di Cesare e Monachello che non ha mai convinto in pieno. A Colantuono è stata affidata una corazzata con rinforzi di categoria superiore in ogni reparto: Morleo e Suagher per la difesa, la sostanza di Salzano in mezzo al campo con la regia di Greco ormai ai margini del Verona e Floro Flores che non sembra del tutto bollito. Il sacrificio è rappresentato dalla partenza dei giovani Scalera e Castrovilli. Dopo mesi di trattative arriva in Puglia il centravanti del Vicenza Raicevic, mentre ai biancorossi va un De Luca con azioni al ribasso tra i tifosi del San Nicola. Da Vicenza c’è anche il ritorno di Galano. Maniero che sembra sempre con la valigia pronta, alla fine resta. Problemi d’abbondanza in avanti per Colantuono. Boscaglia invece deve inventarsi qualcosa per colmare l’addio di Faragò: a Novara (6) riescono a tenersi stretto Dickmann, si punta su quello che c’è con una situazione di classifica tranquilla, in regia entra Cinelli, dal Cesena, mentre Viola passa al Benevento e può rappresentare una perdita notevole. Il Carpi (6.5) è in zona playoff, ma l’exploit delle matricole terribili lo ha allontanato dalle prime due posizioni. Comi, Catellani, Blanchard, Crimi sono nomi di spicco in cadetteria, ma i “nomi” non hanno mai convinto Castori. Sfoltisce la rosa di personalità col muso e mette dentro ‘rincalzi’ con poche pretese come Beretta e Lasicki (il polacco se sta bene può definitivamente fare il salto di qualità) e due esterni mai esplosi come Fedato e Forte, dalla Roma arrivano Seck e soprattutto D’Urso che a Latina stava ben figurando. In avanti, un volto conosciuto: il nigeriano Mbakogu, dopo la deludente stagione in A e l’amara esperienza in Russia.

LE BIG E LE SORPRESEL’Hellas (6) aveva poco da migliorare: arriva l’altro Zuculini a centrocampo e Ferrari in difesa, se ne va Greco, che in questa stagione aveva visto il campo in una sola occasione. Si muove di più il Frosinone (7) che si assicura l’ex Avellino Mokulu come vice-Ciofani, proverà a rilanciare lo sloveno Krajnc e in mezzo Maiello rimpiazza Gucher. Le matricole terribili hanno atteggiamenti molto diversi. Al Cittadella (6) sta bene la classifica e non si snatura: arriva il solo Vido dalla Primavera del Milan, oltre al cavallo di ritorno Iunco. Il Benevento (6.5) porta a casa Eramo, tiene Ciciretti e ipotizza il grande colpo in avanti, com’era accaduto in estate, ma il grande centravanti non arriva. L’ultimo rinforzo è Viola in mediana Puscas e Bagadur dati in partenza restano nel Sannio col morale sotto i tacchetti. Qualche perplessità. La SPAL (7) perde il mancino di Beghetto e alcuni protagonisti della promozione come Branduani e Spighi oltre a due giovani che non hanno convinto come Cerri e Picchi. Pronta a lanciare a sinistra Costa, nel frattempo si gode bomber Floccari che con due reti ha già portato agli estensi punti pesanti. Bilancio positivo, nonostante la mancata chiusura per Pecorini e Lodi nell’ultima giornata.

ZONA PLAYOFF– L’Entella (6) si lecca le ferite per il rifiuto di FantAntonio Cassano con un Catellani a caccia di riscatto. Ci si poteva aspettare qualche ulteriore rinforzo oltre a Pecorini, Keita passa al Birmingham. Il Perugia (7) di Bucchi prende Brignoli per colmare l’infortunio di Rosati, cede Bonaiuto e in avanti tiene banco, nuovamente, l’addio di Rolando Bianchi. Come centravanti d’area però attenzione a Francesco Forte dalla Lucchese. Messo nelle condizioni ideali è uno che vede la porta. Da Lucca arriva anche l’esterno Terrani, cercato dalla SPAL, ma il colpo di mercato degli umbri è l’ala Mustacchio, con i suoi 400 mila di cartellino è l’acquisto più oneroso della gestione Santopadre. Monetizza con la cessione all’estero dei due gioiellini Zebli e Drolé.

TRANQUILLITà- Orsolini tiene vivo il mercato dell’Ascoli (5.5), fino a giugno resterà nelle Marche, dietro c’è Mogos, situazione di stallo poi Pecorini passa all’Entella, c’è un Bentivegna da rilanciare. A Brescia (6) si prova a compensare l’addio dell’estroso Morosini con due giocatori d’esperienza come l’ex capitano della Lazio Mauri e l’ex Frosinone e Carpi Blanchard destinato a far da chioccia ai giovani centrali delle rondinelle. Il Vicenza (6) rivitalizzato dalla cura Bisoli deve scontare l’addio dei partenti Galano e Raicevic, due pezzi da novanta in avanti, ma forse con pochi stimoli in biancorosso. Si rivede al “Menti” Ebagua e attorno a lui la Zanzara De Luca sarà chiamata a pungere di nuovo. A Salerno (5.5) arrivano Bittante e il non più giovane Minala, ma il colpo è stato trattenere ancora una volta i gemelli del gol Coda-Donnarumma. Il Latina (5) dice addio ad Acosty, Boakye, D’Urso, Scaglia, Paponi e Amodio ed è pronta ad accogliere la fantasia di Insigne jr e Bonaiuto, potrebbe non bastare quest’opera di sfoltimento. Per l’Avellino (5) saranno indispensabili i gol di Ardemagni, ma dopo l’addio di Mokulu, c’è Eusepi a poter contribuire alla voce “gol” per gli irpini che si aspettavano qualche investimento di maggior spessore in difesa e in mezzo al campo.

LE PERICOLANTI- Il Pisa (6) cambia molto. Dall’Inter arrivano Zonta e Manaj che ha deluso a Pescara. Lasciano Eusepi, Lupoli, Montella, Fautario e Sanseverino, ormai figure di ripiego. Masucci dall’Entella e Angiulli dalla Reggiana sono buoni innesti così come il giovane Zammarini, scuola Mantova, già decine di presenze in Lega Pro, alla prima avventura lontano dalla città di Virgilio. La duttilità di Vives con la voglia di riscatto di Comi e Aramu potrebbero essere le chiavi per la salvezza della Pro Vercelli (6.5), con i gol di Nardini (Messina), potrebbero non compensare le partenze della coppia Ebagua-Mustacchio. Il Cesena (6) con pochi mezzi a disposizione saluta Djuric, sembravano sul piede di seguirlo anche Ciano (la sua conferma è il vero colpo di mercato) e Rodriguez. Davanti arriva Cocco (dopo aver inseguito Floccari) alla fine arriva Donkor per la retroguardia e Crimi sostituisce il partente Cinelli. E’ in atto una rivoluzione che non lascia presagire nulla di buono a Trapani (5.5), mentre dà qualche speranza a Terni.. I siciliani sembrano lontani parenti della squadra da sogno dello scorso anno. E’ smobilitazione. Restano Citro e Coronado, via Petkovic, Scozzarella, De Cenco, Colombatto e Figliomeni. Dietro però c’è l’arrivo del giovane Cason e Maracchi vuole emergere. La Ternana (6.5) dopo l’addio di Carbone per riaccendere l’entusiasmo delle fere punta sui curricula, ecco allora il ritorno dell’ex regista della Lazio Ledesma, in avanti c’è Acquafresca dal Bologna, in difesa Diakhité, poi cercano spazio l’esterno Pettinari e l’attaccante girovago Monachello, mentre va in Lega Pro l’ex Palermo Bacinovic.

ASCOLI
entrata: Mogos (cen, Reggiana), Martinez (por, svincolato), Slivka (cen, Juventus, pr), Bentivegna (att, Palermo, pr).

AVELLINO
entrata: Laverone (cen, Salernitana, pr), Moretti (cen, Latina), Lezzerini (por, Fiorentina, pr), Eusepi (att, Pisa), Osei (cen, Juve Stabia), Solerio (dif, Giana Erminio).
uscita: D’Attilio (cen, Racing Roma), Mokulu (att, Frosinone, pr), Frattali (por, Parma), Giron (dif, Juve Stabia, pr), Offredi (por, Bari, pr).

BARI
entrata: Morleo (dif, Bologna), Parigini (att, Torino, pr), Macek (cen, Juventus, pr), Floro Flores (att, Chievo, pr), Salzano (cen, Crotone), Suagher (dif, Atalanta, pr), Greco (cen, Verona), Raicevic (att, Vicenza, pr), Galano (att, Vicenza, pr), Offredi (por, Avellino, pr).
uscita: Monachello (att, Ternana, pr), Castrovilli (att, Fiorentina), Scalera (cen, Fiorentina), Valiani (cen, Livorno), Di Cesare (dif, Parma), De Luca (att, Vicenza, pr), Doumbia (cen, Vicenza, pr).

BENEVENTO
entrata: Eramo (cen, Sampdoria), Alastra (por, Palermo, pr), Viola (cen, Novara).
uscita: Campagnacci (att, Siena).

BRESCIA
entrata: Mauri (cen, svincolato), Prce (dif, Lazio, pr), Ferrante (att, Abano), Blanchard (dif, Carpi, pr), Romagna (dif, Novara, pr).
uscita: Morosini (cen, Genoa), Bertoli (cen, Piacenza, pr), Rossi (dif, Ternana, pr), Lancini (dif, Novara, pr).

CARPI
entrata: Morselli (att, Juventus, pr), Kouakou (cen, Torino, pr), Forte (att, Pescara, pr), Beretta (att, Milan, pr), Fedato (cen, Sampdoria, pr), Lasicki (dif, Napoli, pr), Mbakogu (att, Krylya Sovetov), Jelenic (cen, Livorno), Seck (dif, Roma, pr), D’Urso (cen, Roma, pr).
uscita: Comi (att, Pro Vercelli, pr), De Marchi (att, Prato, pr), Catellani (att, Virtus Entella), Blanchard (dif, Brescia, pr), Crimi (cen, Cesena, pr).

CESENA
entrata: Cocco (att, Frosinone, pr), Donkor (dif, Inter, pr), Crimi (cen, Carpi, pr).
uscita: Djuric (att, Bristol City), Grandi (por, Latina, pr), Cinelli (cen, Novara, pr).

CITTADELLA
entrata: Iunco (att, Paganese), Vido (att, Milan, pr).
uscita: Bizzotto (att, Renate, pr).

FROSINONE
entrata: Mokulu (att, Avellino, pr), Fiamozzi (dif, Genoa, pr), Krajnc (dif, Cagliari, pr), Maiello (cen, Napoli, pr), Cojocaru (por, Crotone), Terranova (dif, Sassuolo), Besea (cen, Modena).

LATINA
entrata: Insigne R. (att, Napoli, pr), Grandi (por, Cesena, pr), Buonaiuto (att, Perugia, pr), Zivec (cen, Piast Gliwice, pr), De Giorgio (att, Crotone, pr).
uscita: Amadio (dif, Teramo, pr), Paponi (att, Juve Stabia), Moretti (cen., Avellino), Acosty (att, Crotone), Tonti (por, Mantova), Boakye (att, Stella Rossa, pr), D’Urso (cen, Roma, fp), Scaglia (cen, Parma).

NOVARA
entrata: Chiosa (dif, Torino, pr), Cinelli (cen, Cesena, pr), Lancini (dif, Brescia, pr).
uscita: Armeno (dif, Matera, pr), Faragò (cen, Cagliari), Manconi (att, Trapani, pr), Bajde (att, Maribor), Viola (cen, Benevento).

PERUGIA
entrata: Brignoli (por, Juventus, pr), Terrani (cen, Lucchese), Fazzi (cen, Crotone), Forte (att, Lucchese), Mustacchio (cen, Pro Vercelli), Gnahoré (cen, Napoli, pr).
uscita: Imparato (dif, Teramo), Didiba (cen, Matera), Buonaiuto (att, Latina, pr), Drolé (att, Antalyaspor), Zebli (cen, Genk), Bianchi (att, svincolato).

PISA
entrata: Zammarini (cen, Mantova), Angiulli (cen, Reggiana), Manaj (att, Inter, pr), Landre (dif, Genoa, pr), Masucci (att, Virtus Entella), Zonta (cen, Inter, pr).
uscita: Caponi (cen, Pontedera), Montella (att, Albinoleffe), Makris (cen, svincolato), Lupoli (att, Sudtirol), Eusepi (att, Avellino), Frugoli (att, svincolato), Fautario (dif, Modena), Sanseverino (att, Messina, pr), Mudingayi (cen, svincolato).

PRO VERCELLI
entrata: Comi (att, Carpi, pr), Aramu (att, Torino, pr), Vives (cen, Torino), Nardini (cen, Messina).
uscita: Ebagua (att, Vicenza), Ardizzone (cen, Virtus Entella), Mustacchio (cen, Perugia), Malonga (att, Elche), Sprocati (cen, Salernitana, pr).

SALERNITANA
entrata: Bittante (dif, Empoli, pr), Gomis (por, Bologna, pr), Minala (cen, Lazio, pr), Sprocati (cen, Pro Vercelli, pr).
uscita: Laverone (cen, Avellino, pr), Caccavallo (att, Venezia), Liverani (por, Paganese).

SPEZIA
entrata: Fabbrini (cen, Birmingham, pr), Djokovic (cen, Greuter Furth), Giannetti (att, Cagliari, pr).
uscita: Ciurria (cen, Siena, pr), Deiola (cen, Cagliari, fp), Tamas (dif, Gyirmot FC), Cisotti (cen, Casertana, pr).

TERNANA
entrata: Diakhite (dif, svincolato), Pettinari (att, Pescara, pr), Monachello (att, Bari, pr), Ledesma (cen, svincolato), Rossi (dif, Brescia, pr), Acquafresca (att, Bologna).
uscita: Sernicola (dif, Fondi, pr), Gava (por, Melfi), Surraco (cen, Feralpi Salò), Bacinovic (cen, Sambenedettese).

TRAPANI
entrata: Pigliacelli (por, Pescara, pr), Maracchi (cen, Feralpi Salò), Rossi (cen, svincolato), Jallow (att, Chievo), Manconi (att, Novara, pr), Cason (dif, Atalanta, pr).
uscita: Colombatto (cen, Cagliari, fp), Ferretti (att, Feralpi Salò), Scozzarella (cen, Parma), De Cenco (att, Padova), Petkovic (att, Bologna), Figliomeni (dif, Foggia), Sparacello (att, Pistoiese, pr).

VERONA
entrata: Zuculini (cen, Manchester City, pr), Ferrari (dif, Bologna, pr).
uscita: Riccardi (dif., Sudtirol), Greco (cen, Bari).

VICENZA
entrata: Ebagua (att, Pro Vercelli), Gucher (cen, Frosinone), Bouasse (cen, Roma, pr), De Luca (att, Bari, pr), Doumbia (cen, Bari).
uscita: Di Piazza (att, Foggia), Raicevic (att, Bari, pr), Galano (att, Bari, pr).

VIRTUS ENTELLA
entrata: Ardizzone (cen, Pro Vercelli), Catellani (att, Spezia), Filippini (dif, Lazio, pr), Pecorini (dif, Ascoli).
uscita: Cutolo (att, Juve Stabia), Keita (dif, Birmingham), Masucci (att, Pisa), Iacoponi (dif, Parma).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0