Pioggia a catinelle su Cittadella, l’Under 17 strappa una pareggio nell’acquitrino

Un autentico nubifragio ha impedito a Cittadella e SPAL di giocare una partita normale: l’1-1 finale di fatto lascia entrambe le squadre deluse. La SPAL rimane penultima, il Cittadella sul fondo della classifica del girone B.

Le due squadre si prendono un tempo a testa senza creare grandi pericoli, il tutto condizionato dalla pioggia e da un forte vento che rende quasi impraticabile il campo sintetico della squadra veneta. La formazione titolare mostra subito grandi novità in casa SPAL, con Cottafava che lancia dal primo minuto i nuovi acquisti del mercato di gennaio Matromattei, Cannistrà e Parolin. La gara si assesta nella prima mezz’ora in una fase di tranquilla amministrazione, con le squadre contratte e preoccupate a non scoprirsi troppo. La prima vera occasione arriva così al 33’ e coincide con il gol segnato dal difensore Stefani, che sblocca il risultato quasi a sorpresa: la punizione calciata dalla destra dell’area piccola spallina passa in mezzo a svariate gambe, per trovare poi il tap-in vincente del numero 4 granata, bravo ad inserirsi dalle retrovie. La SPAL produce poco ed il meteo favorisce gli avversari, ben più robusti e sempre in vantaggio nei contrasti e sulle palle alte. Nella ripresa serve una scossa per correggere l’inerzia della partita e  Cottafava ci prova cambiando i nuovi arrivati con i precedenti titolari Clement e Fogli, riuscendo nell’intento e caricando la squadra verso la rimonta. I biancazzurri sono costantemente nella metà campo avversaria e dopo tre occasioni da gol ci pensano proprio i nuovi entrati a confezionare il pareggio, che arriva con Fogli dopo la respinta del portiere veneto su un precedente tiro di Clement. Nel finale il Cittadella sfiora il 2-1 con l’attaccante Pasinato, ma alla fine il pareggio accontenta un po’ tutti e legittima l’andamento globale della gara.

Al termine della sfida mister Cottafava sottolinea come in giornate del genere diventi molto difficile anche solo parlare di calcio: “La partita a mio parere non si poteva giocare, quando non si riesce a stare in piedi e si gioca in un acquitrino è molto difficile parlare di giudizi tecnici generali su una gara. Detto questo siamo stati molto bravi nel secondo tempo a reagire e a riportarla sui giusti livelli, siamo riusciti anche in queste condizioni a pareggiarla e questa è la cosa più importante. Ora andiamo avanti su questa strada”. Una strada che prevede un cambiamento sia tattico che a livello di uomini, in cui però c’è grande fiducia: “I nuovi innesti sono giocatori di qualità che hanno senza dubbio aumentato la media di questa rosa, già comunque cresciuta negli ultimi mesi. La società ha lavorato bene e vogliamo sperimentare qualcosa di nuovo anche per arricchire il bagaglio calcistico di tutti i ragazzi, ricordando come sempre che affrontiamo un percorso di formazione”.

CITTADELLA-SPAL 1-1 (1-0)

CITTADELLA: Vettorell, Zarpellon, Pizzinato, Stefani (dal 10’s.t. Sgarbossa), Ingenito, Scalco, Casarin (dal 18’s.t. Gentile), Menon, Rizzolo (dal 30’s.t. Turetta), Rosa (dal 10’s.t. Diouro), Pasinato. A disp. Rosteghin, Giacobbo, Zuanon, Galdiolo, Marini. All. Romanin.

SPAL: Campi, Spaltro (dal 38’s.t. Ferrari), Righi, Cannistrà, Aguiari, Scognamiglio (dal 1’s.t. Sare), Pertica, Amore (dal 28’ s.t. Pellielo), Mastromattei (dal 10’s.t. Tomasini), Parolin (dal 28’s.t. Fogli), Marzocchi (dal 10’ s.t. Clement). A disp. Limaj, Zanella, De Angelis.  All. Cottafava.

ARBITRO: Sig. Braghini di Bolzano (assistenti: Vedovato-Baggio)
MARCATORI: 33’p.t. Stefani (C); 33′ s.t. Fogli (S).
AMMONITI: Ingenito (C), Righi (S).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0